Italia markets open in 4 hours 6 minutes
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.159,53
    -233,51 (-0,88%)
     
  • EUR/USD

    1,0469
    -0,0014 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    19.385,75
    +80,72 (+0,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,50
    +3,04 (+0,70%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     

Le azioni Nio debuttano con +20% alla Borsa di Singapore

Le azioni Nio debuttano con +20% alla Borsa di Singapore
Le azioni Nio debuttano con +20% alla Borsa di Singapore


L’azienda cinese di auto elettriche quotata negli Stati Uniti Nio Inc (NYSE:NIO) venerdì ha fatto il suo debutto alla Borsa di Singapore; le azioni sono balzate del 20% nelle prime contrattazioni, poiché la società ha annunciato l'apertura di un centro di ricerca locale incentrato sull'intelligenza artificiale e sulle auto a guida autonoma.

Cosa è successo

Nio, casa automobilistica con sede a Shanghai, ha dichiarato di essere riuscita a quotare le sue azioni di Classe A nel main board del Singapore Exchange Securities Trading Limited (SGX-ST).

“Nio ha ulteriormente rafforzato la sua posizione nei mercati finanziari globali con l'importanza strategica di Singapore”, ha dichiarato il fondatore e CEO William Li.

La quotazione principale di Nio rimarrà a New York; le azioni quotate alla Borsa di Singapore saranno interamente fungibili con le American Depositary Shares quotate alla Borsa di New York. Il titolo ha anche una quotazione secondaria a Hong Kong.

Le azioni Nio hanno aperto a 16,90 dollari singaporiani e sono salite del 20% durante i primi scambi. Il produttore di auto elettriche, considerato un rivale dell’azienda leader del settore Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), non ha raccolto fondi per la quotazione poiché non ha intrapreso il tradizionale processo di offerta pubblica iniziale.

Rischio di delisting negli Stati Uniti

Nio fa parte di una serie di aziende cinesi incluse nell’elenco di titoli redatto dalla Securities and Exchange Commission che rischiano il delisting perché Pechino ha negato l’accesso ai dati contabili.

“In effetti, i titoli cinesi quotati negli Stati Uniti stanno affrontando pressioni normative in questo momento. Ma vediamo che le agenzie di regolamentazione dei due Paesi sono in colloqui attivi”, ha riferito la CNBC venerdì, citando Li.

“Riteniamo che quotandoci in tre Borse a Hong Kong, Singapore e negli Stati Uniti stiamo offrendo maggiori opzioni agli investitori”.

Movimento dei prezzi

Giovedì Nio ha chiuso in rialzo del 5,2% a 16,7 dollari.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.

Continua a leggere su Benzinga Italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli