Italia Markets open in 5 hrs 6 mins

Pernigotti, la salverà il “nemico” Sperlari?

Sperlari è un’azienda italiana specializzata nella produzione di caramelle, torrone, torroncini, mostarda e dolcificanti. Fondata nel 1836 da Enea Sperlari, ha sede a Cremona. (Credits – LaPresse)

Quale sarà il futuro della Pernigotti? La delocalizzazione e il rischio di chiusura definitiva in Turchia, o un nuovo partner italiano che dia continuità alla famosa azienda di dolciumi? I binari su cui si muove il futuro dell’azienda di Novi Ligure sono due. Il primo binario è politico, con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che oggi dovrebbe incontrare i vertici di Toksoz, la società turca proprietaria del marchio che ha deciso la chiusura dello storico stabilimento di Novi Ligure. Un incontro per fare pressioni sulla Toksoz, ma che non può avere successo senza che sull’altro binario qualcosa si muova.

L’altro binario, infatti, si chiama Sperlari. Secondo il Corriere della Sera, infatti, la Sperlari avrebbe presentato un’offerta per l’acquisizione della Pernigotti, che significherebbe non solo la cessione del marchio ,ma anche l’acquisto dello stabilimento piemontese, con il mantenimento degli attuali livelli occupazionali. Al momento, però, sono solo voci e il sindaco di Novi Ligure resta molto realista rispetto al futuro. “Non ho comunicazioni ufficiali, ma mi auguro si tratti di notizie vere sia quella sull’incontro tra il premier Conte e i fratelli Toksoz, sia l’interesse della Sperlari, l’ennesimo nome uscito in queste difficili settimane, ad acquisire marchio e stabilimento Pernigotti” ha commentato il sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere.

Ma chi è Sperlari? Sperlari è un’azienda italiana specializzata nella produzione di caramelle, torrone, torroncini, mostarda e dolcificanti. Fondata nel 1836 da Enea Sperlari, ha sede a Cremona e dal 2017 è controllata dal gruppo tedesco Katjies International Gmbh. Attenzione, però, perché i destini di Sperlari e Pernigotti non si incrociano oggi per la prima volta. Nel 1935, infatti, la proprietà di Sperlari venne ceduta a Pernigotti. Negli anni cinquanta, la produzione si allargò alle caramelle, facendo diventare il marchio Sperlari uno dei più prestigiosi del settore, soprattutto con l’invenzione del cofanetto Sperlari, una lussuosa confezione regalo di caramelle, simile a quelle che fino a quel momento erano state usate per i cioccolatini. L’americana H. J. Heinz Company nel 1981 rilevò Sperlari da Pernigotti. Nel mese di settembre 2017 è avvenuto un nuovo cambio di proprietà: gli svedesi hanno ceduto la società per un valore di circa 46,5 milioni di euro ai tedeschi del Gruppo Katjes International i quali hanno raggruppato i quattro stabilimenti italiani in una nuova società, la Sperlari s.r.l..

Potrebbe anche interessarti:

Pernigotti, addio alla storica fabbrica

Pernigotti, operai a Roma contro la chiusura dello stabilimento di Novi Ligure

La Pernigotti dei turchi chiude i battenti. I rischi delle acquisizioni estere