Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    47.268,59
    -3.273,50 (-6,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0372
    -0,0025 (-0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Scandalo Ruby Rose: la Warner Bros. difende Dougray Scott

·1 minuto per la lettura

La Warner Bros. prende le difese di Dougray Scott nella diatriba in corso promossa dall’ex protagonista di «Batwoman» Ruby Rose.

L'attrice aveva accusato produzione, showrunner e colleghi di comportamenti inappropriati, abusi e pressioni, descrivendo come «tossico» l’ambiente di lavoro.

Ruby ha sostenuto inoltre che lavorare con Dougray era un «incubo», accusando l’attore di essere arrivato a ferire una controfigura, urlare contro le donne, oltre a non rispettare gli orari di lavoro.

Scott, che aveva la parte del padre della protagonista, ha negato ogni accusa.

«Confuto assolutamente e completamente le affermazioni diffamatorie e dannose fatte contro di me da lei; sono interamente inventate e non sono mai avvenute», scrive sui social Dougray Scott che ha fatto causa alla collega per 10 milioni di dollari.

Anche la Warner Bros. si è schierata pubblicamente con Scott attraverso un comunicato stampa.

«Condanniamo i commenti fatti da Ruby Rose su Dougray Scott. La Warner Bros. ritiene che il signor Scott sia un professionista navigato e non c’è mai stata alcuna accusa contro di lui di bullismo o di comportamenti abusivi da parte sua. Il signor Scott era molto rispettato e ammirato dai suoi colleghi ed era un leader sul set. La Warner Bros. Television non ha scelto di ingaggiare Ruby Rose per un'altra stagione a causa di molteplici lamentele e del suo comportamento sul posto di lavoro che sono stati ampiamente esaminate dallo Studio».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli