Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    38.814,57
    -504,80 (-1,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8664
    -0,0029 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5376
    +0,0032 (+0,21%)
     

Bce, Lagarde difende politica monetaria dopo crisi governo in Italia

·1 minuto per la lettura
La Presidente della Banca centrale europea (BCE) Christine Lagarde durante una conferenza stampa a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea prende in considerazione diversi indicatori quando deve giudicare quale sia la soluzione migliore per mantenere condizioni di finanziamento favorevoli nella zona euro, e i rendimenti obbligazionari sono soltanto uno di questi.

Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde.

La banca centrale si è impegnata a mantenere costi di finanziamento bassi in tutta la zona euro per aiutare i governi, le famiglie e le imprese a contrastare la frammentazione tra i diversi Paesi -- un riferimento all'ampliamento degli spread tra i rendimenti dei titoli di stato.

Lagarde ha mantenuto questa linea quando le è stato chiesto di commentare le recenti turbolenze politiche in Italia, dove il presidente del Consiglio Conte si ritrova a guidare un governo di minoranza che potrebbe far fatica ad approvare le misure in un periodo di emergenza nazionale, dopo la scarna maggioranza ottenuta al Senato negli scorsi giorni.

Il differenziale tra i rendimenti italiani e tedeschi, che era aumentato prima del voto di fiducia, è tornato di nuovo a scendere ed è ora vicino ai minimi dal 2015.

"Il nostro obiettivo è quello di mantenere condizioni di finanziamento favorevoli nella zona euro", ha detto Lagarde ai giornalisti dopo la riunione di politica monetaria della Bce.

"Ovviamente i rendimenti obbligazionari giocano un importante ruolo di riferimento nel determinare il prezzo del credito nell'economia, ma al momento non vediamo sviluppi di nessun rendimento che possano rappresentare un problema per le condizioni di finanziamento della zona euro", ha aggiunto.