Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.970,47
    -157,95 (-0,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Bce, policymaker discuteranno rialzo tassi di 50 pb giovedì - fonti

La sede della Bce a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - I responsabili della politica monetaria della Banca centrale europea discuteranno se aumentare i tassi di interesse di 25 o 50 punti base nella riunione di giovedì per frenare l'inflazione a livelli record.

Lo hanno detto a Reuters due fonti a conoscenza diretta della discussione.

Le fonti, che hanno parlato a condizione di anonimato, hanno riferito che i policymaker stanno cercando di raggiungere un accordo anche per fornire aiuto ai Paesi indebitati come l'Italia sul mercato obbligazionario se si atterranno alle regole della Commissione europea sulle riforme e sulla disciplina di bilancio.

Tra questi, gli obiettivi fissati dalla Commissione per ottenere i finanziamenti dal Fondo di ripresa e resilienza (Pnrr) dell'Unione europea e dal patto di stabilità e crescita, quando sarà ripristinato l'anno prossimo dopo la pausa dovuta alla pandemia, hanno detto le fonti.

Un portavoce della Bce non ha commentato.

La Bce aveva detto che avrebbe alzato i tassi di interesse solo gradualmente e molto probabilmente di 25 punti base a luglio, posticipando una mossa più ampia a settembre.

Tuttavia, a giugno, la presidente della Bce Christine Lagarde ha affermato che c'erano "chiaramente condizioni in cui agire in modo graduale non sarebbe appropriato".

I policymaker hanno discusso per settimane delle condizioni che i Paesi devono soddisfare per qualificarsi per un nuovo schema di acquisto di bond, volto a limitare i costi di indebitamento quando sono ritenuti non in linea con la realtà economica, hanno aggiunto le fonti.

Alcuni avrebbero voluto usare il Meccanismo europeo di stabilità (Mes), il fondo di salvataggio della zona euro creato sulla scia della crisi del debito un decennio fa, ma ora è probabile che questa opzione venga scartata, affermano le fonti.

La Bce ha accelerato i lavori sul nuovo schema a metà giugno dopo un improvviso aumento dei rendimenti e dei premi pagati da Grecia, Italia, Spagna e Portogallo sul mercato dei titoli di Stato con gli investitori che hanno incorporato nei prezzi la fine degli acquisti della banca centrale e l'inizio del suo ciclo rialzista.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli