Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.764,82
    +506,50 (+1,48%)
     
  • Nasdaq

    15.052,24
    +155,40 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1743
    +0,0047 (+0,40%)
     
  • BTC-EUR

    38.030,70
    +658,93 (+1,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.119,18
    +10,26 (+0,92%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.448,98
    +53,34 (+1,21%)
     

Bitcoin ha rotto tendenza ribassista o è solo un breve risveglio? Fondamentali

·3 minuto per la lettura

Abbiamo visto sprofondare il prezzo del bitcoin sotto i 30 mila USD appena martedì 20 luglio e poi ieri il ritorno in territorio positivo con un rialzo fino a 32.500 e poco oltre, in base alla piattaforma di crypto exchange che si prende come riferimento.

Lo avevamo visto impietosamente scivolare sotto una soglia critica per la seconda volta nel giro di un mese e alcuni analisti tecnici lo avevano dato per spacciato, guardando come prossimo supporto i 24 mila USD. Ed invece bitcoin (BTC) si è rialzato di un po’…

Ma è davvero una ripresa, o meglio, è la ripresa che tutti i tori e amici di BTC speravano o è solo una effimera speranza riposta da alcuni nei confronti dei soliti volti noti, presunti crypto leader?

Chiacchierata tra “crypto leader”

Mi riferisco alla chiacchierata di ieri tra Elon Musk, Jack Dorsey e Cathie Wood, che in alcuni ha riaperto le speranze. In particolare perché lui, Elon, ha affermato che non solo la sua Tesla possiede ancora i bitcoin (1,5 miliardi) e non li ha venduti, ma che anche nelle casse di SpaceX ci sono bitcoin, ed inoltre, lui personalmente dopo TLSA e SpaceX, ha puntato sul bitcoin.

Insomma, prima lo affossa e punta tutto su dogecoin fino ad arrivare ad affermare di voler investire in DOGE per potenziarlo e farlo diventare la sua criptomoneta personale, ed ora questa ammissione. Ma a quale versione di Elon Musk bisogna credere? E poi, davvero è Musk a decretare il rialzo e il crollo del mercato delle criptovalute? Se stiamo a questo punto, allora è tutto uno scherzo e possiamo anche chiudere e rivolgere le nostre attenzioni al mercato azionario o a quello delle materie prime.

Bitcoin ha bisogno di alleati

Tuttavia, è maledettamente vero che in questo momento bitcoin ha bisogno di alleati, vecchi e nuovi. La sua fase ribassista non è terminata e solo nei prossimi giorni ne sapremo di più.

Ma BTC ha bisogno di alleati per riprendersi. L’approvazione di un bitcoin ETF potrebbe essere un eccezionale alleato. Il 21 luglio la Global X ETF, una società finanziaria di New York specializzata nello sviluppo di ETF, ha presentato alla Securities and Exchange Commission (SEC) una proposta di bitcoin ETF. Se dovesse essere approvato prenderà il nome di Global X Bitcoin Trust e verrebbe quotato sul CBOE.

Global X ETF non è l’unica, di proposte depositate alla SEC ce ne sono svariate e riguardano anche ether (ETH). Grayscale è tra quelle in pole position per trasformare il suo Bitcoin Trust in un ETF.

Altri alleati in vista? Al momento all’orizzonte non si vede nulla di sostanzioso se non la speranza.

In definitiva

Attenzione agli aumenti di prezzo guidati da una semplice riunione (tra l’altro a distanza) tra volti noti del settore, perché il peso delle loro parole si potrebbe dissolvere nel giro di 24 ore o poco più.

Da un punto di vista tecnico, bitcoin e l’intero comparto delle criptovalute sono ancora in una fase ribassista e questi picchi non indicano necessariamente una ripresa.

In definitiva, bene per chi voglia farlo, comprare a prezzi scontati come sotto i 30 mila, ma attenzione a comprare quando la candela è verde, perché il giorno dopo potrebbe diventare rossa favorendo solo chi su questi piccoli movimenti ci specula di professione.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli