Italia Markets close in 4 hrs

Borsa Milano chiude in lieve calo, ribassi Ubi, Prysmian, TIM, bene Mediolanum

L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Borsa di Milano chiude debole dopo il ribasso sulle piazze asiatiche per le tensioni a Hong Kong e a cascata della piazza americana in un mercato sostanzialmente senza direzione.

Debole il lusso sui timori per la domanda dall'Asia. Moncler perde l'1,2%; la società nel trimestre a settembre non ha subito impatto dalle proteste a Hong Kong.

Telecom Italia corregge il rialzo di venerdì, segnato sullo spinoff del data center dopo un'intesa con Google Cloud.

Ubi Banca chiude in calo dell'1,8%, dopo un andamento volatile, a causa di opinioni diverse sui risultati deboli diffusi venerdì. Deutsche Bank ha tagliato il target a 2,4 euro.

Unicredit (-0,9%) chiude sopra i minimi di metà seduta, ma prosegue la correzione dopo il rialzo della scorsa settimana prima e dopo i risultati. Hsbc ha rivisto al rialzo il target a 14,8 euro.

Continua positiva Banca Mediolanum (+2,8%), dopo risultati diffusi la scorsa settimana.

Brilla Salini Impregilo dopo che la società ha annunciato di essere in shortlist per la costruzione del progetto Sydney Gateway; il valore complessivo del progetto è di circa 1,5 miliardi di euro.

Prysmian perde più del 2%, dopo i recenti rialzi e in attesa dei risultati domani.

Fincantieri arretra, dopo i dati diffusi giovedì.

Seconda seduta in netto rialzo per Falck Renewables dopo i risultati più forti delle attese. Equita venerdì ha rivisto le stime al rialzo e ha portato la valutazione 3,95 euro. Oggi il titolo chiude a 4,6 euro.

Tra i sottili balzo di Zignago Vetro dopo i risultati e l'upgrade di Equita a 'buy', target 12,6 euro.

Ascopiave e Prima Industrie in netto rialzo dopo i risultati.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia