Italia Markets closed

Borsa Usa in calo su segnali commercio contraddittori

Un trader presso la New York Stock Exchange

(Reuters) - L'azionario americano è in calo in un contesto in cui le notizie contrastanti sulle relazioni commerciali Usa-Cina e la disputa tra le due potenze sulle proteste di Hong Kong continuano a causare grande incertezza sui tempi per un accordo commerciale.

Tutti e tre gli indici principali avevano aperto la seduta piatti su indiscrezioni che gli Stati Uniti rinvieranno ulteriormente i dazi sulle importazioni cinesi anche nel caso in cui non si raggiungesse un accordo entro il 15 dicembre, data nella quale sono attese nuove tariffe anche sull'elettronica e persino le decorazioni natalizie.

I produttori di chip, che fanno ricavi consistenti sul mercato cinese, sono in ribasso con l'indice dei semiconduttori di Filadelfia che cede lo 0,7%.

Alle 17,00 circa, il Dow Jones Industrial Average cala dello 0,26%, lo S&P 500 perde lo 0,23% ed il Nasdaq Composite si contrae dello 0,26%.

Tra le note positive, i titoli di TD Ameritrade Holdings svettano del 19,3% sull'indiscrezione di Cnbc secondo cui la più grossa rivale Charles Schwab è in trattativa per comprare l'agenzia di brokerage. I titoli di Schwab reagiscono guadagnando l'8,55%.

Macy's scivola del 3,3% dopo che il gestore di grandi magazzini ha tagliato le previsioni annuali sugli utili, citando un flusso turistico internazionale debole e una attività commerciale stagnante.

Tiffany & Co avanza del 2,7% dopo la notizia Reuters che Lvmh è riuscita ad ottenere l'accesso ai registri contabili della catena di gioielleria alzando la propria offerta d'acquisto a 16 miliardi di dollari circa.