Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.318,21
    -249,67 (-1,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Borsa Usa crolla su timori per recessione

Un cartello stradale di Wall Street davanti alla borsa di New York

(Reuters) - Wall Street scivola nella seduta odierna, con i titoli 'growth' in forte calo, a causa dei timori di una recessione, alimentati dal maggior aumento dei tassi della Federal Reserve dal 1994 per combattere l'inflazione ai massimi di decenni.

Tutti gli 11 principali settori dell'S&P scivolano a inizio seduta. I settori dell'energia e dei beni di consumo voluttuari sono in testa alle perdite, in calo rispettivamente del 4,2% e del 3,6%.

I titoli 'growth' come Amazon, Microsoft, Apple e Tesla scivolano tra il 2,6% e il 6%, a causa dell'aumento dei rendimenti dei Treasury.

L'indice di riferimento aveva interrotto una serie di cinque sedute negative nella giornata di ieri, dopo che l'aumento dei tassi della Fed di 75 punti base ha soddisfatto le aspettative del mercato.

Le borse hanno subito perdite per la maggior parte dell'anno a causa delle crescenti preoccupazioni per l'aumento dell'inflazione e dei costi di rifinanziamento, alimentate ulteriormente dall'ultima proiezione della banca centrale di un rallentamento dell'economia statunitense e di un aumento della disoccupazione nei prossimi mesi.

Intorno alle ore 16,40 italiane, il Dow Jones cede 850,90 punti, o il 2,77%, a 29.817,63, lo S&P 500 perde 108,35 punti, o il 2,86%, a 3.681,64, e il Nasdaq Composite scambia in ribasso di 406,82 punti, o del 3,67%, a 10.692,34.

Tra le principali banche statunitensi, Morgan Stanley guida le perdite con un calo del 3,5%.

L'indice di volatilità CBOE di Wall Street balza a 31,51 punti.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli