Italia Markets closed

Carige, assemblea su nuovo Cda vista a fine gennaio - Innocenzi

Il logo Carige visto a Roma, Italia.

MILANO (Reuters) - Carige punta a convocare l'assemblea sulla nuova governance a fine gennaio, a valle della chiusura dell'operazione di rafforzamento di capitale necessario per il salvataggio della banca.

Lo ha detto Fabio Innocenzi, uno dei commissari di Carige, a margine del consiglio nazionale della Fabi.

"Non appena chiuso l'aumento di capitale verrà immediatamente convocata l'assemblea", ha detto Innnocenzi.

L'aumento di capitale, per la tranche riservata in opzioni agli attuali azionisti parte oggi per concludersi il 13 dicembre, ma servirà un'altra settimana "per i conteggi", ricorda il commissario.

"Se riusciamo a chiudere l'aumento di capitale il 20 dicembre l'obiettivo sarebbe quello di avere già l'assemblea a fine gennaio, al 31 gennaio".

Innocenzi e l'altro commissario, Pietro Modiano, hanno fatto sapere che non guideranno la banca ligure al termine del commissariamento.

Con l'aumento di capitale da 700 milioni, il Fitd diventerà l'azionista di controllo di Carige con una quota tra il 73% e l'82%, mentre CCB sarà il secondo azionista con il 9% ma con l'opzione ad acquistare tutte le azioni del Fondo a partire dall'1 luglio 2020, dunque con la possibilità di arrivare fino al 91% del capitale.

Gli azionisti attuali avranno complessivamente una quota tra il 9% e il 19%.

Sull'eventuale partecipazione degli attuali soci all'aumento Innocenzi dice di non avere avuto "segnali preventivi né informazioni in anticipo" e quindi la banca rimane in attesa di vedere "come evolveranno nei prossimi giorni le cose".

Nel prospetto informativo sull'aumento di capitale Carige ha sottolineato, fra i vari rischi, anche la possibilità che le azioni della banca non siano riammesse alle negoziazioni, se il flottante dovesse risultare inferiore alla soglia del 10%, con la conseguenza che i detentori di titoli non potranno liquidare il proprio investimento mediante la vendita sul mercato.

Sul tema Innocenzi si è limitato a dire che "a questo punto bisogna vedere se verrà raggiunto o no questo 10% e, a seconda dei casi... se viene raggiunto il titolo viene normalmente negoziato, se non viene raggiunto dovranno dire di nuovo i regulator qual è il passo successivo".

In merito, infine, all'impugnazione, da parte del rappresentante comune degli azionisti di risparmio, della delibera dell'assemblea dello scorso 20 settembre sull'aumento di capitale, Innocenzi ha detto di essere "assolutamente tranquillo".

"Abbiamo ricevuto questa comunicazione e l'abbiamo resa trasparente, c'è stata un'assemblea con 21 mila soci che hanno deliberato. Abbiamo preso atto che c'è il rappresentante degli azionisti di risparmio che ha notificato questa loro intenzione"".


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia


(Andrea Mandalà; in redazione a Roma Francesca Piscioneri)