Italia Markets close in 3 hrs 34 mins
  • FTSE MIB

    22.649,55
    -1,23 (-0,01%)
     
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • Petrolio

    52,97
    -0,34 (-0,64%)
     
  • BTC-EUR

    26.793,74
    -860,36 (-3,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    646,35
    -33,55 (-4,93%)
     
  • Oro

    1.871,40
    +4,90 (+0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,2154
    +0,0038 (+0,3160%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.635,14
    +11,10 (+0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8857
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0770
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5340
    +0,0050 (+0,32%)
     

Consob proroga al 13 aprile trasparenza rafforzata su partecipazioni rilevanti

·1 minuto per la lettura

ROMA (Reuters) - La Consob ha nuovamente prorogato per ulteriori tre mesi, dal 14 gennaio 2021 al 13 aprile 2021, il regime transitorio di trasparenza rafforzata in materia di variazioni delle partecipazioni rilevanti e di comunicazione degli obiettivi di investimento per le società ad azionariato particolarmente diffuso.

Lo dice una nota dell'autorità che vigila sui mercati finanziari.

"L'ulteriore proroga si è resa necessaria a causa della perdurante incertezza circa l'evolversi della situazione economico-finanziaria generata dall'epidemia da covid-19", si legge nella nota.

In particolare, come annunciato più in dettaglio nel comunicato stampa del 10 aprile scorso, il regime transitorio di trasparenza rafforzata prevede: l'aggiunta di una soglia dell'1%, rispetto a quella preesistente del 3%, quale soglia minima al superamento della quale scatta l'obbligo di comunicazione al mercato, tramite la Consob, delle partecipazioni acquisite in società quotate ad alta capitalizzazione (le "non-Pmi"); per le Pmi, invece, viene aggiunta la soglia del 3% prima della soglia del 5%. L'aggiunta di una soglia del 5%, rispetto a quella del 10%, quale prima soglia al superamento della quale scatta per le partecipazioni acquisite l'obbligo di comunicare al mercato, tramite la Consob, la "dichiarazione delle intenzioni", cioè gli obiettivi di investimento per i sei mesi successivi.

(Redazione Roma)