Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.456,89
    -4.976,14 (-9,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.785,50
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1320
    +0,0108 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0076 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    1,0440
    -0,0043 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4471
    +0,0296 (+2,09%)
     

Fed, Bullard vede due aumenti tassi in 2022

·1 minuto per la lettura
Il presidente della Federal Reserve di St. Louis James Bullard duranteuna lezione pubblica a Singapore

(Reuters) - James Bullard, presidente della Federal Reserve di St. Louis, ha detto di aspettarsi che la banca centrale Usa aumenti i tassi di interesse due volte nel 2022 dopo la conclusione del rientro dal programma di acquisto di bond previsto per la metà dell'anno, malgrado sia convinto che dovrebbe accelerare il ritmo e concludere il tapering nel primo trimestre.

"Se l'inflazione si dimostrasse più persistente di quanto riteniamo al momento, allora credo dovremmo agire un po' prima del previsto per mantenerla sotto controllo", ha detto Bullard durante un'intervista con Fox Business Network.

A una domanda riguardo alla possibilità che la Fed alzi i tassi tre o quattro volte il prossimo anno, Bullard ha risposto: "non è il mio scenario di base al momento".

La Fed ha già fatto "molto per spingere la politica monetaria in una direzione più restrittiva", ha detto Bullard, con il piano della banca centrale di ridurre i propri acquisti di asset, annunciato la scorsa settimana, che comincerà e si concluderà prima di quanto ci si aspettasse.

Bullard è stato tra i maggiori sostenitori all'interno della Fed di una conclusione anticipata della politica monetaria espansiva, dati i suoi timori che l'inflazione potrebbe non rallentare tanto o così in fretta come ritengono i suoi colleghi.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli