Italia markets close in 4 hours 15 minutes
  • FTSE MIB

    24.431,67
    -9,21 (-0,04%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,17
    +1,93 (+2,50%)
     
  • BTC-EUR

    15.898,00
    +145,27 (+0,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    390,02
    +9,73 (+2,56%)
     
  • Oro

    1.770,20
    +14,90 (+0,85%)
     
  • EUR/USD

    1,0380
    +0,0035 (+0,34%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.944,56
    +9,05 (+0,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8633
    -0,0010 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9857
    +0,0044 (+0,45%)
     
  • EUR/CAD

    1,3964
    +0,0015 (+0,11%)
     

Finlandia e Svezia aderiranno insieme alla Nato, presentano fonte comune contro Turchia

I ministri della Difesa Nato a Bruxelles

HELSINKI (Reuters) - Finlandia e Svezia entreranno a far parte della Nato contemporaneamente, hanno detto i rispettivi primi ministri, presentando un fronte unito contro la Turchia che ha sollevato dubbi su entrambe le candidature.

I due paesi nordici hanno chiesto di entrare a far parte dell'alleanza a maggio, in risposta all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, ma si sono scontrati con le obiezioni della Turchia, che ha accusato i due Paesi di ospitare gruppi che Ankara considera terroristici.

Il primo ministro finlandese Sanna Marin ha riferito che il presidente della Turchia le ha detto di avere più domande per la Svezia che per il suo Paese. Ma Marin ha detto che non avrebbe lasciato la Svezia indietro nel processo.

"Per noi è molto importante che la Finlandia e la Svezia entrino a far parte della Nato mano nella mano", ha detto Marin durante una conferenza stampa congiunta a Helsinki con il suo omologo svedese.

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha detto il 6 ottobre che il suo Paese è ancora contrario alla candidatura della Svezia.

Il primo ministro svedese Ulf Kristersson, insediatosi la scorsa settimana, ha detto: "Abbiamo fatto ogni passo, finora, mano nella mano e nessuno di noi ha altre ambizioni"

Kristersson ha detto che incontrerà presto Erdogan. "È assolutamente legittimo che la Turchia abbia la conferma che la Svezia sta facendo ciò che si è impegnata a fare nel quadro dell'accordo", ha aggiunto.

Il quotidiano svedese Aftonbladet ha citato fonti secondo cui la Turchia avrebbe invitato Kristersson a un incontro bilaterale ad Ankara, probabilmente l'8 novembre.

Il portavoce di Kristersson non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)