Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.381,35
    -256,37 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,26 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,14 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.519,18
    -179,08 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,53 (-2,86%)
     
  • BTC-EUR

    30.402,45
    -415,44 (-1,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    701,93
    -33,21 (-4,52%)
     
  • Oro

    1.827,70
    -23,70 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.573,86
    +77,00 (+0,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,55
    -41,82 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8887
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0759
    -0,0034 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5369
    +0,0008 (+0,05%)
     

Forex, euro sopra quota 1,22 $ per prima volta da oltre due anni

·1 minuto per la lettura
Banconote di euro

LONDRA (Reuters) - Letture Pmi positive e le speranze di progressi nei negoziati sulla Brexit hanno spinto l'euro sopra quota 1,22 contro il dollaro per la prima volta da aprile 2018.

Il progressivo apprezzamento dell'euro è iniziato con l'annuncio del piano di ripresa Ue a maggio. Da allora la valuta unica ha guadagnato quasi il 13%.

Anche i dati sull'attività economica negli ultimi mesi hanno alimentato le scommesse che l'andamento dell'Europa sia migliore della performance Usa.

Nella zona euro la stima flash Pmi di Ihs Markit relativa a dicembre, diffusa stamani, mostra l'indice per il settore manifatturiero a 55,5, sopra il consensus Reuters, e quello del settore servizi -- particolarmente penalizzato dalle misure restrittive per contenere il Covid-19 -- a 47,3, ancora in area contrazione ma ben al di sopra delle attese.

L'euro sale dello 0,4% contro il biglietto verde.

Secondo la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen non si può dire se Bruxelles e Londra raggiungeranno un accordo sul commercio, ma ci sono stati progressi e i prossimi giorni saranno cruciali.

Gli investitori guardano anche al meeting di politica monetaria della Fed, da cui gli analisti si aspettano decisioni in grado di spingere l'appetito per il rischio.

Il mood del mercato è positivo, spiega Bart Wakabayashi di State Street Bank a Tokyo.

Il biglietto verde lascia sul terreno lo 0,32% contro un paniere di valute mantenendosi in area minimo da aprile 2018.