Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.717,42
    +79,23 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,36 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,09 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    28.948,73
    -9,83 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    70,78
    +0,49 (+0,70%)
     
  • BTC-EUR

    29.574,98
    -1.410,81 (-4,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,19
    -17,62 (-1,87%)
     
  • Oro

    1.879,50
    -16,90 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,2107
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,25 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.126,70
    +30,63 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8581
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0870
    -0,0021 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4713
    -0,0008 (-0,05%)
     

Greggio poco mosso, ottimismo su domanda contrasta timori su offerta Iran

·2 minuto per la lettura
Una piattaforma di perforazione nel bacino del Permiano nella contea di Loving

LONDRA (Reuters) - Il greggio scambia poco mosso in un range ristretto, sostenuto dall'ottimismo per una maggiore domanda di carburante negli Stati Uniti e per un dollaro debole, anche se frenato dalla pressione sui prezzi legata alla prospettiva di un ritorno del greggio iraniano.

Intorno alle 11,10 italiane, i futures sui Brent avanzano di 23 centesimi, o dello 0,34%, a 68,88 dollari il barile, mentre i futures sul greggio Usa guadagnano 7 centesimi, o lo 0,1%, a 66,14 dollari il barile.

"La domanda fisica è migliorata sia in Europa sia negli Stati Uniti, con un calo dei nuovi contagi da Covid-19 che ha stimolato la mobilità", ha detto l'analista di Ing, Warren Patterson.

La stagione estiva dell'emisfero settentrionale e la revoca delle misure di contenimento contro il coronavirus hanno stimolato la domanda. Di conseguenza, le scorte statunitensi di greggio e carburante sono calate la settimana scorsa, secondo due fonti di mercato a conoscenza dei dati Api.

Nella settimana al 21 maggio, le scorte di greggio sono calate di 439.000 barili. Le scorte di benzina sono diminuite di 2 milioni di barili e le scorte di distillati sono calate di 5,1 milioni di barili, in base ai dati forniti dalle fonti.

Il dollaro statunitense sfiora i minimi di diversi mesi dopo che la Federal Reserve ha confermato una politica monetaria accomodante, rassicurando gli investitori preoccupati dalla possibilità di un aumento dell'inflazione.

Gli investitori stanno monitorando gli sviluppi nelle trattative tra Iran e Usa sul programma nucleare, che potrebbero condurre a una revoca delle sanzioni sul settore energetico iraniano e al ritorno dei barili iraniani sul mercato.

Il portavoce del governo iraniano Ali Rabiei ha detto di essere ottimista sul raggiungimento di un accordo da parte di Teheran, anche se il primo negoziatore nazionale ha segnalato serie questioni ancora presenti.

Secondo gli analisti, l'Iran potrebbe fornire circa 1 o 2 milioni di barili di greggio al giorno addizionali se le due parti raggiungeranno un accordo e le sanzioni saranno revocate.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)