Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0695
    +0,0133 (+1,26%)
     
  • BTC-EUR

    27.490,16
    -765,57 (-2,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,61
    -16,27 (-2,41%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Greggio in rialzo su piano embargo Ue petrolio russo

Miniature di barili di greggio davanti a un segnale di divieto e alle bandiere dell'Unione europea e della Russia

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in rialzo sull'annuncio che l'Unione europea intende eliminare gradualmente le importazioni di petrolio russo, compensando così i timori legati alla domanda in Cina, il principale importatore globale di greggio.

Alle 10,15 il Brent è in rialzo di 2,68%, a 107,74 dollari al barile in una seduta di scambi ridotti, a causa della chiusura dei mercati in Cina e Giappone. I futures del greggio Usa sono sin rialzo di 2,83%, a 105,31 dollari al barile.

Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha proposto l'introduzione di un graduale embargo petrolifero contro la Russia, oltre a sanzionare la principale banca russa, nel tentativo di isolare ulteriormente Mosca.

Le misure proposte dalla Commissione includono l'eliminazione graduale delle forniture di greggio russo entro sei mesi e dei prodotti raffinati entro la fine del 2022, ha detto von der Leyen. Si è anche impegnata a lavorare per ridurre l'impatto delle sanzioni sulle economie europee.

Nella giornata di oggi, gli investitori attendono un annuncio da parte della Federal Reserve. Ci si aspetta che la banca centrale statunitense intensifichi gli sforzi per ridurre l'alta inflazione aumentando i tassi di interesse e tagliando il proprio bilancio.

Negli Stati Uniti, le scorte di greggio e di carburante sono scese la scorsa settimana, secondo fonti di mercato che citano i dati dell'American petroleum institute. Le scorte di greggio sono scese di 3,5 milioni di barili per la settimana terminata il 29 aprile, un calo superiore a quello di 800.000 barili emerso da un sondaggio Reuters.

I dati del governo degli Stati Uniti sulle scorte sono attesi oggi.

I prezzi del greggio erano calati di oltre il 2% nella giornata di ieri a causa di timori legati alla domanda, dovuti ai prolungati lockdown in Cina che hanno ridotto i viaggi nel periodo di vacanze a cavallo del 1 maggio.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli