Italia Markets open in 7 hrs 28 mins
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.732,73
    -89,56 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,2143
    -0,0001 (-0,0121%)
     
  • BTC-EUR

    26.851,99
    +17,51 (+0,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,09
    -18,81 (-2,78%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Greggio, tocca massimi diversi mesi su attese mantenimento tetti a produzione

·2 minuto per la lettura
Il logo Opec durante un meeting ad Algeri, in Algeria

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio hanno toccato i massimi di alcuni mesi sulle attese di una limitazione della produzione ai livelli attuali a febbraio da parte dell'Opec e le speranze che i vaccini anticovid possano contribuire a frenare la diffusione del virus e innescare un rimbalzo dell'economia nel nuovo anno.

I prezzi sono in rialzo in linea con gli altri mercati finanziari, con i futures sul Brent che hanno toccato i 53,33 dollari al barile, ai massimi da marzo 2020. I futures sul greggio Usa hanno raggiunto i 49,83 dollari al barile, ai massimi da febbraio 2020.

Alle 11,30 i futures sul Brent per il contratto di marzo si attestano sui 52,57 dollari al barile, in rialzo di 77 centesimi, o dell'1,5%, mentre i futures sul greggio Usa per il contratto di febbraio avanzano di 52 centesimi, o dell' 1,1% a 49,04 dollari al barile.

"L'andamento dei prezzi di oggi suggerisce che il mercato presume che l'Opec+ manterrà il livello dei tagli invariato per il prossimo mese", secondo Warren Patterson, commodities strategist presso Ing.

L'Opec e i Paesi alleati, gruppo conosciuto come Opec+, si riunirà oggi. Gran parte degli esperti dell'Opec+ hanno espresso il proprio dissenso in merito all'aumento della produzione a partire da febbraio nel corso della riunione di ieri, secondo quando comunicato da tre fonti dell'Opec+ a Reuters.

Mohammad Barkindo, segretario generale dell'Opec, ha detto ieri che vede molti rischi al ribasso per i mercati petroliferi nella prima metà del 2021.

Il ministro del petrolio del Kuwait ha inoltre detto di aspettarsi una graduale ripresa della domanda di petrolio, in particolare nella seconda metà del 2021, in seguito all'inizio della somministrazione dei vaccini in molti Paesi.

La Gran Bretagna ha iniziato oggi a vaccinare la popolazione utilizzando il preparato sviluppato dall'Università di Oxford e AstraZeneca

Anche l'indebolimento del dollaro e una forte attività manifatturiera in Asia hanno contribuito a sostenere i prezzi del petrolio.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)