Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.474,06
    -791,31 (-2,31%)
     
  • Nasdaq

    13.411,95
    -356,97 (-2,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.588,37
    +66,11 (+0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,1322
    -0,0032 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    31.619,50
    +609,86 (+1,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    813,43
    +2,83 (+0,35%)
     
  • HANG SENG

    24.656,46
    -309,09 (-1,24%)
     
  • S&P 500

    4.284,10
    -113,84 (-2,59%)
     

Incinta e non vaccinata muore di Covid dopo aver dato alla luce due figli

·1 minuto per la lettura
Facebook (Photo: Facebook)
Facebook (Photo: Facebook)

Aspettava due gemelli, non era vaccinata, si ammalata di Covid e non ce l’ha fatta. Quando è arrivata al Policlinico universitario della Federico II di Napoli la donna dopo poco è finita in terapia intensiva. Ma Alessandra non si è più ripresa. I gemellini sono stati fatti nascere prematuri mentre lei era sedata; ognuno di loro pesava meno di un chilo, erano entrambi positivi al Covid ma a quanto si apprende non sintomatici e sono in via di miglioramento. La storia di Alessandra la racconta Fanpage.

Il messaggio di addio del marito di Alessandra, Massimo, è straziante. È affidato ai social network (...) “Il destino ha voluto così. Così crudelmente feroce, ti ha strappato dalle mie braccia. Sarò eternamente orgoglioso di te della Donna che eri. Sei stata una mamma esemplare e una moglie perfetta. E solo un arrivederci. Ti amerò per tutto il resto della mia vita”.

La storia di questa giovane mamma si è evoluta tragicamente in poco meno di un mese: incinta dei gemelli, ha contratto il Covid e le sue condizioni sono andate rapidamente peggiorando. Non vaccinata contro il Covid-19, Alessandra è dovuta ricorrere alle cure mediche per tutelare se stessa e i bimbi che teneva in grembo

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli