Italia markets close in 6 hours 52 minutes
  • FTSE MIB

    25.366,84
    +15,24 (+0,06%)
     
  • Dow Jones

    34.838,16
    -97,31 (-0,28%)
     
  • Nasdaq

    14.681,07
    +8,39 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • Petrolio

    71,65
    +0,39 (+0,55%)
     
  • BTC-EUR

    32.466,44
    -1.089,47 (-3,25%)
     
  • CMC Crypto 200

    936,04
    -24,86 (-2,59%)
     
  • Oro

    1.813,00
    -9,20 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1888
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.387,16
    -8,10 (-0,18%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.117,34
    +0,72 (+0,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    -0,0016 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0750
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4865
    +0,0023 (+0,15%)
     

Italia, fatturato maggio -1% su mese, +40,2% su anno - Istat

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana nei pressi di Palazzo Chigi

ROMA (Reuters) - Nel mese di maggio si stima che il fatturato dell'industria italiana, al netto dei fattori stagionali, sia diminuito di 1% ​​​​​​​​​​​​in termini congiunturali.

Lo comunica Istat, aggiungendo che a livello annuo il fatturato è ​​​​​​​​​​​​aumentato di 40,2% (+41,0% sul mercato interno e +38,6% su quello estero).

Nel mese di aprile il dato aveva registrato un +3,3% su mese e un +105,1% su anno.

Il calo congiunturale, spiega Istat nella nota, "è determinato dall’andamento del mercato interno (-1,9%), mentre si rileva un moderato incremento su quello estero (+0,7%)".

Nella media del trimestre marzo-maggio l’indice complessivo è cresciuto del 4,7% rispetto al trimestre precedente.

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a maggio gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale per l’energia (+5,6%), i beni di consumo (+1,0%) e i beni intermedi (+0,8%).

I beni strumentali registrano invece una decisa flessione rispetto al mese precedente (-6,2%).

I principali raggruppamenti di industrie registrano marcati incrementi tendenziali per tutti i settori: +77,2% l’energia, +49,6% i beni strumentali, +42,0% i beni intermedi e +24,8% i beni di consumo.

Di seguito i dati:

MAG APR

Variazione % su mese 1 +3,3

Variazione % su anno 40,2 +105,1%

'r' = rivisto

(Stefano Bernabei, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli