Italia Markets close in 6 hrs 27 mins

Liberty Steel lancia offerta non vincolante per controllata acciaio Thyssenkrupp

·1 minuto per la lettura
Logo di Thyssenkrupp nella sede di Essen
Logo di Thyssenkrupp nella sede di Essen

FRANCOFORTE/DUSSELDORF (Reuters) - Liberty Steel ha annunciato di aver presentato un'offerta non vincolante per la controllata attiva nel settore dell'acciaio del conglomerato tedesco Thyssenkrupp.

"Liberty Steel è convinta che un'integrazione con Thyssenkrupp Steel Europe possa essere la risposta giusta da un punto di vista economico, sociale ed ecologico", si legge in un comunicato della società fondata dal magnate dei metalli Sanjeev Gupta, che non contiene dettagli finanziari.

Un accordo porterebbe all'unione del quarto e del secondo produttore d'acciaio del continente, segnando l'ultimo tentativo di consolidamento su larga scala in Europa dopo che la joint venture prevista tra Thyssenkrupp and Tata Steel è stata bloccata nel 2019.

Costituita da Gupta lo scorso anno, Liberty Steel è una controllata del conglomerato con sede nel Regno unito GFG e comprende tutte le attività legate all'acciaio della famiglia, con la prospettiva di una possibile quotazione in borsa.

Il gruppo ha realizzato acquisizioni in Europa, più recentemente in Francia, dove ha rilevato le attività Hayange prima in mano a British Steel.

In Europa ha una capacità di 13 milioni di tonnellate annue, il 72% del totale, e dà lavoro a 17.000 persone rispetto ai circa 27.000 lavoratori di Thyssenkrupp.

Il Ceo di Thyssenkrupp Martina Merz ha detto questa settimana che la società considererà tutte le opzioni per la controllata, inclusa la vendita di una quota al governo tedesco.

Thyssenkrupp sta anche esplorando ipotesi di fusione con la tedesca Salzgitter, la svedese Ssab e nuovamente con Tata, secondo quanto riferito a Reuters da fonti.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, Federico.maccioni@thomsonreuters.com)