Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.936,21
    -174,09 (-0,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Mercato Azionario: Comparto Utilities in Sofferenza, Aggiornamenti Azioni Enel e A2A

Il mercato azionario italiano ha attraversato ieri, giovedì 14 luglio, un’altra pesante sessione di arretramento, con un -3.44% fatto registrare dall’Indice FtseMIB in chiusura daily, nuovi minimi dell’anno toccati a 20420 punti.

L’indice di Milano si è quindi riportato sugli stessi valori di novembre 2020, bruciando complessivamente un 27.65% di capitalizzazione rispetto ai massimi dello scorso gennaio. Fra i settori che hanno maggiormente sofferto in queste ultime settimane possiamo segnalare quello delle utilities, per cui abbiamo scelto di concentrarci oggi sugli scenari tecnici di due dei maggiori temi del comparto: Enel ed A2A.

Enel Perde Quasi un 50% dai Massimi

Enel ha chiuso la sessione di giovedì a 4.8350 con un calo del -5.70% su base giornaliera, ma la perdita che ha accumulato dai massimi di gennaio ha raggiunto ormai le dimensioni del -46.77%. Il titolo si sta avvicinando alla zona dei principali supporti di medio/lungo periodo, situati a 4.47/4.50 e 4.37, e solo dopo che saranno stati raggiunti tali livelli (almeno il primo) cercheremo indicazioni rialziste dai prezzi, previa aggiornamenti dell’analisi.

Quota 4.47/4.50 rappresenta l’attuale target ribassista. Sulla strada per tale obiettivo è visibile – poco sotto ai minimi di ieri – un’area ove si concentrano alcuni supporti intermedi, fra quota 4.69 e quota 4.78. Le resistenze sono invece disposte a 5.00/5.03 e 5.275/5.305. E’ possibile che si possa formare una provvisoria area di stabilizzazione tra supporti intermedi e resistenze, prima della rottura ribassista. Il segnale ribassista vigente verrebbe annullato solo da una chiusura daily superiore a 5.305.

Resistenze e Proiezioni per A2A

A2A evidenzia un quadro tecnico sostanzialmente simile. Il segnale vigente è ribassista e le proiezioni puntano ai forti supporti di medio/lungo periodo situati a 0.9796/9840 (attuale obiettivo per posizioni short) ed a 0.936/951. Si tratta di supporti intercettati i quali – e non prima – potremo appurare con nuove analisi l’eventuale presenza di indicazioni di rialzo.

Le resistenze di quota 1.2150/2250 e 1.2740/2850 costituiranno altrettanti potenziali punti di ripiegamento nel caso di recuperi entro la fine del mese di luglio. Sulla strada per il target ribassista è posta un’area di supporti intermedi che si concentrano fra 1.075 e 1.032, e da cui potrebbero scattare provvisorie reazioni in seno al ribasso atteso.

Lo scenario verrebbe annullato da una chiusura daily superiore a 1.2850. Ieri (giovedì 14) A2A ha chiuso in calo del -2.43% a quota 1.1640.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli