Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.918,97
    +511,24 (+2,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Morawiecki: "La barriera anti-immigrazione avrà impatto sulla sicurezza del Paese"

Per il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, lo stallo dei migranti visto durante i mesi invernali al confine con la Bielorussia è stato "il primo segnale" della guerra tra Russia e Ucraina.

Il premier afferma che la decisione di costruire una 'barriera per prevenire l'immigrazione illegale', alta cinque metri, avrà un impatto significativo sulla sicurezza dell'intero Paese.

"Pochi mesi dopo - dice - Putin ha attaccato l'Ucraina, chiariamo che se non avessimo eretto una barriera decisiva su ciò che Lukashenko aveva pianificato di preparare per la Polonia e l'Europa, oggi i nostri funzionari, i nostri poliziotti e forse anche altri servizi in divisa lo farebbero, occorre concentrarsi sulla garanzia della sicurezza interna e della sicurezza alle frontiere".

Michal Dyjuk/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
AP Photo - Michal Dyjuk/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Nel frattempo, il presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, invita i Paesi post-sovietici a legami più stretti, incolpando l'Occidente per le sanzioni inflitte a Bielorussia e Russia dopo la guerra in Ucraina.

"Le folli e illegali sanzioni dell'Occidente - afferma Lukashenko - ci hanno spinto ad accelerare una soluzione nel campo dei trasporti e della logistica, l'introduzione dei nostri sistemi di pagamento e relativi insediamenti nelle valute nazionali.

Vorrei sottolineare che quest'anno i contatti con i leader dei territori russi sono diventati più attivi e si stanno geograficamente espandendo".

I leader dell'Unione europea avevano precedentemente accusato Lukashenko di aver condotto una "guerra ibrida", utilizzando la strategia per i migranti da contrapporre alle sanzioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli