Italia Markets closed

Previsioni giornaliere fondamentali USD/JPY – Aumentate dalla domanda di rischio, aumentano i rendimenti del tesoro

James Hyerczyk

Il dollaro/yen è scambiato in rialzo lunedì, aiutato dalla forte domanda di attività rischiose e da un’impennata dei rendimenti del Tesoro USA. Il catalizzatore che sta alla base della forza sono le relazioni sulle attività in fabbrica migliori del previsto dalla Cina. Questa notizia ha contribuito a compensare i dubbi sulle notizie riguardanti un accordo commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina entro la fine dell’anno.

Alle 09:59 GMT, l’ USD/JPY è scambiato a 109,648, in rialzo dello 0,139 o + 0,13%.

Notizie economiche globali

Un sondaggio privato sull’attività della fabbrica cinese a novembre è arrivato più forte del previsto lunedì, con l’indice dei responsabili degli acquisti di produzione Caixin/Markit per il mese che è salito a 51,8.

I dati diffusi nel fine settimana hanno mostrato che l’attività della fabbrica in Cina è cresciuta più del previsto. L’indice ufficiale dei responsabili degli acquisti (PMI) era a 50,2 a novembre, secondo il National Bureau of Statistics cinese.

Notizie economiche dal Giappone

La spesa trimestrale di capitale è aumentata del 7,1% rispetto a una stima del 5,1%. Il PMI manifatturiero finale è stato di 48,9, leggermente migliore rispetto alla previsione 48,6 e alla lettura precedente.

Le imprese giapponesi hanno aumentato la spesa in conto capitale nel trimestre di settembre, poiché rivenditori e grossisti hanno aumentato gli investimenti in vista di un tanto atteso aumento delle imposte sulle vendite in ottobre e le fabbriche hanno mantenuto la spinta dell’automazione.

L’attività manifatturiera giapponese si è nuovamente contratta a novembre, con gli ordini di esportazione al minimo in cinque mesi a causa del rallentamento della domanda estera, inclusa la Cina. Nonostante il ritmo più lento del declino, l’indice è rimasto al di sotto della soglia 50,0 che separa la contrazione dall’espansione per un settimo mese, segnando il periodo più lungo da nove mesi da giugno 2012 a febbraio 2013.

Notizie dagli accordi commerciali USA-Cina

Axios ha riferito domenica, citando una fonte vicina alla squadra negoziale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che l’accordo previsto è ora “bloccato a causa della legislazione di Hong Kong” e un accordo di “Fase Uno” tra Washington e Pechino sarebbe solo “fine anno al più presto.” Il rapporto afferma inoltre che Trump dovrebbe fermarsi sulle tariffe pianificate a dicembre.

Inoltre, i media statali cinesi hanno dichiarato domenica che Pechino vuole un rollback delle tariffe nell’accordo commerciale di fase uno che i due centri economici mirano a raggiungere.

Previsioni giornaliere

C’è incertezza sull’accordo commerciale all’inizio della nuova settimana, ma questo è compensato dai solidi rapporti di produzione della Cina. Inoltre, se i commercianti dei mercati finanziari dovessero sviluppare un grave problema, acquisterebbero lo yen giapponese.

Più tardi oggi, gli investitori avranno l’opportunità di reagire alle ultime notizie su PMI manifatturiero finale USA, PMI manifatturiero ISM, spesa per costruzioni e prezzi di produzione ISM.

L’ISM Manufacturing PMI è il rapporto più importante. Si prevede che arrivi a 49,2. Qualsiasi cosa sotto i 50 indicherà la contrazione. Oltre 50 segnaleranno l’espansione.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: