Italia markets open in 48 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1936
    +0,0017 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    14.993,31
    -94,26 (-0,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    348,92
    -21,59 (-5,83%)
     
  • HANG SENG

    26.746,33
    +76,58 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: i Mercati Festeggiano il Vaccino di Pfitzer e BioNTech

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

La settimana si è aperta ieri con un netto calo per il prezzo dell’oro, dovuto al rafforzarsi del dollaro nel corso della mattinata, in seguito all’annuncio di Pfitzer e BioNTech sull’efficacia al 90% del nuovo vaccino. Attualmente, l’oro si trova a 1888 dollari, dopo essere sceso intorno ai 1850.

Ancora una volta, la linea di supporto è stata rappresentata dai 1848 dollari l’oncia, mentre la nuova soglia di resistenza è fissata nuovamente a 1900 dollari. Con l’andamento del biglietto verde in netto rialzo, la rapida crescita dell’oro risulta minacciata e al momento risulta più facile prevedere una fluttuazione tra i 1880 e i 1920 dollari l’oncia.

Previsioni sul prezzo del Petrolio e del gas naturale

Anche il petrolio ha vissuto una seduta più frenetica dopo la notizia del possibile vaccino, con il Wti a 40 dollari e il Brent nuovamente sopra i 42 dollari. E’ di immediata comprensione la circostanza che ha spinto il prezzo del petrolio a crescere: in un contesto di eccesso di offerta apparentemente irrisolvibile da parte dell’OPEC+, l’idea che il vaccino possa rapidamente contribuire a superare gli impatti più gravi della pandemia sull’andamento dei consumi e della domanda di greggio ha sicuramente solleticato gli investitori.

Il rally di ieri potrebbe comunque già essere giunto al termine, dal momento che il petrolio ha spesso mostrato di assorbire in breve tempo l’ottimismo nei mercati per tornare poi a confrontarsi con il suo eccesso di offerta.

Quanto al gas naturale, il prezzo sta tornando questa mattina a salire sopra i 2,9 dollari, dopo alcune sedute caratterizzate da un’inattesa debolezza. Ci si potrebbe adesso attendere un nuovo rally in grado di portare il gas a 3,3 dollari.

I listini europei festeggiano gli annunci sul vaccino di Pfitzer

I listini europei hanno condotto ieri una seduta particolarmente vivace, con rialzi tra il 4% e l’8,5%. Il FTSE MIB di Piazza Affari ha chiuso in rialzo del +5,43% a quota 20.750 punti, tornando ai massimi di Luglio 2020.

Ottimo anche l’andamento del DAX30 di  Francoforte, in rialzo del +4,94%, mentre il CAC40 di Parigi è volato fino al +7,57%, a 5300 punti.

L’andamento migliore è stato però quello dell’Ibex-35, che si è portato a 7500 punti chiudendo con un rialzo storico del +8,50%.

Il Calendario Economico della Settimana

La nuova settimana dei mercati, dopo la notizia sul vaccino contro il Covid-19, continua con il conto corrente destagionalizzato del Giappone, a cui faranno seguito il tasso di disoccupazione francese per il terzo trimestre dell’anno e diversi dati macroeconomici come la variazione nelle richieste dei sussidi di disoccupazione e il tasso di disoccupazione nel Regno Unito.

Nel corso della mattinata ci sarà spazio anche per l’indice ZEW sulle condizioni dell’economia tedesca a Novembre.

Domani si attende il saldo della bilancia commerciale (non UE) da parte della Gran Bretagna, a cui faranno seguito i discorsi di Lagarde, De Guindos e Lane della BCE.

La settimana prosegue Giovedì con diversi dati dal Regno Unito, come gli investimenti delle aziende, il PIL trimestrale e la produzione industriale e manifatturiera.

Nella prima mattinata arriveranno anche i rapporto mensili da parte dell’AIE, l’Agenzia Internazionale per l’Energia e la BCE, oltre al discorso della Bank of England da parte del Governatore Bailey.

Nella medesima giornata si terrà anche la Riunione dell’Eurogruppo, a cui seguirà la produzione industriale in Unione Europea e diversi dati statunitensi, come quelli sulle richieste dei sussidi di disoccupazione.

Come sempre, giungeranno anche i dati sulle scorte di petrolio greggio, la produzione di distillato e quella di benzina.

Venerdì infine sarà il turno del PIL trimestrale e della bilancia commerciale a livello dell’Unione Europea, a cui segue la variazione trimestrale del livello di occupazione.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: