Italia markets close in 46 minutes
  • FTSE MIB

    24.695,34
    -49,04 (-0,20%)
     
  • Dow Jones

    34.058,21
    -142,46 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    13.916,03
    -136,31 (-0,97%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,22
    +0,09 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    45.994,49
    -51,87 (-0,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.248,83
    -50,13 (-3,86%)
     
  • Oro

    1.772,10
    -8,10 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,2037
    +0,0056 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.165,69
    -19,78 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.026,02
    -6,97 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8608
    -0,0048 (-0,55%)
     
  • EUR/CHF

    1,1007
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,5057
    +0,0072 (+0,48%)
     

Previsioni sul Prezzo dell’Oro: Per lo Sfondamento Serve un Nuovo Calo del Dollaro USA

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’oro si è mantenuto stabile anche nella seduta di ieri, sempre sotto i 1750 dollari l’oncia, in lieve calo rispetto alla seduta precedente.

I mercati dell’oro continuano a spingere per un rialzo sufficiente a infrangere la soglia di resistenza a 1750 dollari l’oncia, ma per il momento il prezzo si mostra ancora molto stabile.

Ad ogni modo, la barriera di resistenza potrebbe già essere infranta questa settimana, per portare il prezzo dell’oro vicino all’EMA a 200 giorni a 1800 dollari l’oncia.

Alle ore 7:20 di oggi, il prezzo dell’oro si trova a 1739,92 dollari l’oncia.

Previsioni sul prezzo dell’oro per il resto della settimana

La settimana si avvicina al termine con l’oro ancora poco mosso, evidentemente in attesa di nuovi cedimenti da parte del dollaro statunitense e dei rendimenti dei decennali USA.

Se questi ultimi dovessero continuare a contrarsi, allora l’oro potrebbe ricevere una spinta sufficiente per iniziare ad approcciare il suo target di breve periodo a 1800 dollari l’oncia.

Nel caso di un rialzo apprezzabile dei rendimenti e/o del dollaro statunitense (che in queste ore ha toccato i minimi delle ultime due settimane) allora il prezzo dell’oro potrebbe mantenersi in fase di consolidamento oppure, cosa più probabile, spingersi verso il primo supporto a 1700 dollari.

Alle spalle di questo valore, c’è la seconda fascia di supporto a 1680 dollari l’oncia, che ha garantito in passato sufficiente sostegno per evitare un crollo del prezzo dell’oro.

Il Calendario Economico della Settimana

Oggi la settimana continua con l’indice dei prezzi alla produzione nell’intera Eurozona e con l’aggiornamento settimanale, da parte degli USA, sulle richieste di sussidi di disoccupazione.

Quella di oggi sarà anche la giornata delle banche centrali, con il discorso del Presidente Powell della Fed e le dichiarazioni della BCE sulla Politica Monetaria.

Infine, la settimana volge al termine domani con la produzione industriale e il saldo della bilancia commerciale in Germania e con l’indice dei prezzi di produzione negli USA.

Saranno soprattutto i dati di oggi a poter influire, per riflesso, sul prezzo dell’oro.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: