Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.073,13
    -226,20 (-0,66%)
     
  • Nasdaq

    14.011,48
    -61,38 (-0,44%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2038
    -0,0095 (-0,78%)
     
  • BTC-EUR

    32.211,92
    -1.801,57 (-5,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    962,74
    -29,73 (-3,00%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.225,66
    -20,93 (-0,49%)
     

Prospettive Cambio Euro Dollaro, tra inflazione USA e dati europei

·2 minuto per la lettura

Mentre l’inflazione galoppante preoccupa i trader del cambio euro dollaro, i principali indici borsistici cercano di tenere i livelli attuali. I dati inflazionistici non riguardano solo gli speculatori del fiber, ma anche i consumatori nelle previsioni dei prezzi futuri. Ciò potrebbe spingere le persone a proteggersi dall’erosione del potere d’acquisto dovuta all’inflazione. Intanto la FED per sostenere l’economia, non può permettersi di effettuare cambiamenti alla politica monetaria. Però gli analisti prevedono che entro la fine del 2022 ci possa essere qualche novità sotto questo punto di vista. La fine dell’estate segna il limite per capire se la spinta inflazionistica è transitoria o permanere nel medio/lungo termine.

Previsioni sul PIL europeo rispettate ed effetti sul Cambio Euro Dollaro

I dati sul PIL europeo giovano al cambio euro dollaro che oggi è in rialzo dello 0,6%. L’Eurostat registra un decremento del PIL annuale per il primo trimestre dell’1,8%, come da previsioni. Su base trimestrale lo stesso si riduce dello 0,6%. La bilancia commerciale europea si abbassa rispetto alla precedente rilevazione. La differenza tra import ed export risulta pari a € 15,8 miliardi contro un dato precedente di € 23 miliardi. Andando negli States, il primo dato importante è quello sui permessi di costruzioni rilasciati. Il dato risulta inferiore rispetto alla previsione, pari a 1,76 milioni. Gli analisti avevano stimano per il mese di aprile permessi per 1,77 milioni. Alle 22:30 il dato sulle scorte di petrolio greggio. Gli addetti ai lavori, nel precedente report, hanno determinato un decremento di 2,533 milioni di unità.

Grande rialzo del Cambio Euro Dollaro

Nella giornata odierna il cambio euro dollaro sta mostrando una grande forza, nonostante i dati sul PIL negativi. Si trova quasi vicino al massimo di febbraio, zona nominata molte volte nei precedenti articoli come nevralgica per il proseguimento del trend principale. Il movimento risulta sostenuto anche da un rialzo dell’RSI, indicando forza dell’attuale andamento. La zona di ipercomprato, però, è molto vicina quindi bisogna stare molto attenti a primi segnali forti di raffreddamento del mercato. L’obiettivo a 1.23101 non è più cosi lontano. La rottura di questa zona, dà maggiore sicurezza sulla continuazione del trend rialzista iniziato a marzo dell’anno scorso.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: