Italia Markets closed

Quanto costa una laurea? Fino a 45mila euro

(Getty)

di Fabrizio Arnhold

Vale la pena laurearsi? Per quello che si guadagna, verrebbe da dire di no. Secondo l’Ocse solo il 18 per cento degli italiani è in possesso del titolo di studio più alto. Per chi vive in famiglia e in una città sede universitaria, il corso di laurea è più abbordabile dal punto di vista economico: circa 3mila euro all’anno. Ma per i fuorisede, ossia la maggior parte degli iscritti, il peso sul bilancio familiare è molto più importante.

I costi dei fuorisede

Una stanza in affitto, in città come Milano o Roma, costa in media 450 euro. I dati sono quelli dell’inchiesta del Corriere della Sera “Dataroom”. A questa cifra occorre aggiungere i soldi per la spesa al supermercato e i viaggi per tornare a casa durante le Feste. Almeno 9mila euro all’anno, stando alle stime di Federconsumatori. Vale a dire 27mila euro per una laurea triennale e ben 45mila per il titolo Magistrale.

Le difficoltà delle famiglie

Il reddito medio delle famiglie italiane è di 2mila e 500 euro. Secondo una rilevazione Istat, circa il 10 per cento tra quanti hanno interrotto gli studi accademici ha dichiarato di aver preso la decisione per motivi economici. Il 30 per cento ha detto addio ai libri per cercarsi un lavoro.

(Getty)

Il reddito tra i laureati

Un diplomato di un Istituto tecnico professionale, scrive il Corriere, a un anno dal conseguimento del titolo, se ha trovato un impiego stabile in un’officina, guadagna 1.050 euro al mese. Chi ha finito la laurea specialistica arriva a 1.153 euro mensili. Facendo due conti, si tratta di appena 1.200 euro di differenza in un anno. Un po’ pochi per giustificare i sacrifici economici, anche da parte del nucleo familiare, per pagare gli studi.

La ricerca del lavoro

Uno studio Almalaurea calcola che un laureato con specializzazione deve attendere almeno 5 anni prima di guadagnare uno stipendio da 1.400 euro E’ inevitabile che ci decide di portare a termine il corso di laurea, deve poter contare anche su un aiuto da parte dei genitori, anche dopo la discussione della tesi. E non sempre è possibile.