Italia markets open in 26 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • EUR/USD

    1,2012
    -0,0048 (-0,40%)
     
  • BTC-EUR

    40.530,44
    +1.704,46 (+4,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    975,85
    -10,80 (-1,10%)
     
  • HANG SENG

    29.066,67
    -385,90 (-1,31%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Riapertura palestre e piscine: ecco come e quando

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(Getty Creative)
(Getty Creative)

Per la riapertura di palestre e piscine bisognerà attendere probabilmente fino al 6 marzo, ultimo giorno del Dpcm attualmente in vigore. Intanto, però, il Cts ha validato le nuove regole studiate dal ministero dello Sport.

La ripartenza sarà a scaglioni (prima gli sport individuali, poi quelli di squadra e infine quelli di contatto) e vincolata al colore delle regioni.

Per il Cts la linea guida resta una: vietati gli assembramenti. “In questa fase dell’epidemia si valuta con molta preoccupazione il riscontro potenziale di aggregazioni tra persone all’interno degli impianti sportivi, soprattutto in ambienti chiusi e confinati”, ha fatto sapere il comitato che però ha sottolineato l’importanza del “ritorno alla fruizione delle attività fisiche” soprattutto per bambini, ragazzi e anziani.

GUARDA ANCHE: Ecco gli errori più frequenti che si fanno in palestra

Attività sportive per colore

Quali attività sportive sono consentite in base al colore delle regioni?

In zona rossa sono consentiti jogging e sport individuali all’aperto.

In zona arancione, oltre alle attività consentite in zona rossa, sono possibili allenamenti in palestre, piscine e tensostrutture ma solo in forma individuale.

In zona gialla, oltre alle attività consentite in zona rossa e zona arancione, sono possibili allenamenti per sport da contatto e di squadra dilettantistico e di base.

GUARDA ANCHE: Taylor Mega, coniglietta sexy in palestra

Le regole in palestra e in piscina

Nella prima fase della riapertura delle palestre sono possibili soltanto lezioni individuali, mantenendo la distanza interpersonale di almeno due metri. Gli operatori dovranno indossare la mascherina e sanificare i macchinari.

Gli attrezzi comuni dovranno essere igienizzati dopo ogni uso e, quando è possibile, meglio avere materiale proprio come tappetini personali.

Negli spogliatoi ogni indumento dovrà essere riposto solo nel proprio zaino. Sarà vietato farsi la doccia.

Sono previsti dispenser nei punti di passaggio e negli accessi principali.

GUARDA ANCHE: La piscina più profonda del mondo

In piscina ci devono essere 10 metri a disposizione di chi nuota. Nello spogliatoio valgono le stesse regole previste per le palestre. Fuori dalla vasca la mascherina deve essere usata dagli allenatori e dagli atleti.