Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.682,67
    -1.058,42 (-2,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.788,10
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1322
    +0,0110 (+0,99%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8492
    +0,0080 (+0,95%)
     
  • EUR/CHF

    1,0463
    -0,0020 (-0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4450
    +0,0274 (+1,93%)
     

"Richard Gere cerca visibilità”. Il commento della Meloni scatena i social: "D'altronde chi lo conosce?!"

·2 minuto per la lettura
Richard Gere, Giorgia Meloni (Photo: Richard Gere, Giorgia Meloni)
Richard Gere, Giorgia Meloni (Photo: Richard Gere, Giorgia Meloni)

“Ma quanto può essere credibile una Nazione nella quale si consente a un attore in cerca di visibilità di testimoniare contro un ex Ministro della Repubblica deridendo le nostre istituzioni? Siamo veramente oltre il limite della decenza”. A scriverlo su twitter è la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, commentando il fatto che Richard Gere è stato ammesso tra i testimoni del processo Open Arms a carico di Matteo Salvini. La frase non è sfuggita agli utenti di Twitter, che con l’hashtag #RichardGere hanno commentato con ironia l’insinuazione secondo cui una star internazionale come Gere stia “cercando visibilità” in un processo a Palermo: “American gigolo, anno 1981: incassi per 30 milioni di dollari. Ufficiale e gentiluomo, 1982: incassi per 130 milioni di dollari Pretty Woman, 1990: incassi per 463 milioni di dollari. E la Meloni dice che Richard Gere è un attore in cerca di visibilità. Che barzelletta”. Scrive un altro: ”Del resto ’sto Richard Gere prima del caso Open Arms chi se lo filava?”, allegando al tweet varie foto dell’attore in compagnia di personalità conosciute in tutto il mondo, da Papa Francesco ad Angela Merkel.

“Oggi sull’Appia verso mezzogiorno avevo un’auto che non smetteva di clacsonare. Guardo nello specchietto: era Richard Gere in cerca di visibilità”, scrive un altro utente. “Ha ragione Giorgia Meloni, in effetti questi attori sconosciuti e alle prime armi come questo tal Richard Gere farebbero di tutto per un po’ di visibilità”. E infine: “Richard Gere sta facendo di tutto per raggiungere la notorietà di Enrico Montesano”.

C’è poi chi è più polemico: “Giorgia cara, il provino per fare cabaret lo avevi già superato con ‘Yo soy una mujer, soy italiana, soy cristiana’, non strafare, dai…”, “Fossi stato Richard Gere semmai non avrei testimoniato per non dare ulteriore visibilità a Salvini”.

Non bisogna scordare che nei processi si viene chiamati a deporre e non si può intervenire autonomamente. In questo caso, infatti, il nome dell’attore statunitense figurava nella lista di testimoni da ascoltare nel dibattimento proposta dagli avvocati di parte civile.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli