Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,98 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,88 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,90 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,20 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    +0,36 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    16.232,32
    +47,87 (+0,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    +1,40 (+0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,0542
    +0,0013 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,05 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8579
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    0,9874
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4180
    +0,0055 (+0,39%)
     

Spagna, banche devono aumentare accantonamenti in vista rallentamento economia - De Cos

Tramonto alle spalle del quartier generale della Bce a Francoforte

MADRID (Reuters) - Pablo Hernandez de Cos, governatore della Banca di Spagna, ha detto che le banche spagnole dovranno monitorare attentamente i rischi e aumentare gli accantonamenti per coprire le potenziali perdite, poiché il rallentamento dell'economia e l'aumento dei prezzi dell'energia stanno già danneggiando le famiglie e le imprese.

De Cos ha affermato che una situazione macrofinanziaria molto complessa, caratterizzata da un'inflazione elevata, da condizioni di finanziamento più rigide e da una maggiore incertezza, ha già portato a un rallentamento dell'attività economica spagnola "nel terzo trimestre e a una generale revisione al ribasso delle prospettive di crescita per i trimestri successivi".

De Cos ha affermato che, sebbene la posizione di partenza del settore bancario sia positiva, "è necessario essere cauti e adottare un attento monitoraggio dei rischi, che possono rapidamente evolvere negativamente e portare a nuovi scenari di stress".

In questo scenario, ha detto agli istituti di credito di essere "molto attenti" alla pianificazione del capitale e alla loro politica di accantonamento, e di aumentare eventualmente gli accantonamenti per coprire le potenziali perdite.

Inoltre, l'inflazione potrebbe far aumentare i costi operativi delle banche, ha aggiunto de Cos.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)