Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.934,29
    +353,39 (+1,08%)
     
  • Dow Jones

    39.087,38
    +90,98 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    16.274,94
    +183,04 (+1,14%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,62 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    79,81
    +1,55 (+1,98%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.975,71
    +795,14 (+1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.091,60
    +36,90 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0841
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    5.137,08
    +40,81 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.894,86
    +17,09 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8567
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9571
    +0,0015 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4697
    +0,0027 (+0,19%)
     

Telecom Italia, Kkr presenta offerta non vincolante per rete

Il logo Tim a Roma

MILANO (Reuters) -Telecom Italia ha ricevuto dal fondo Kkr un’offerta non vincolante per l'acquisto della rete.

Lo ha comunicato questa mattina il gruppo telefonico specificando che l'offerta riguarda una partecipazione in una società di nuova costituzione che includerà il perimetro della rete fissa, compresa FiberCop, e la partecipazione in Sparkle, attiva nel settore dei cavi sottomarini.

La quota partecipativa nella cosiddetta NetCo, che sarà di maggioranza, è ancora da definire "fermo restando che dall'acquisto scaturirebbe la perdita dell’integrazione verticale rispetto a Tim", aggiunge la nota.

Il Cda di Tim si riunisce oggi per avviare l'esame dell'offerta.

Tim non ha svelato il valore dell'offerta, ma una fonte a conoscenza della situazione ha detto che si aggirerebbe attorno ai 20 miliardi di euro.

A Piazza Affari la notizia dell'offerta di Kkr ha spinto il titolo in forte rialzo. Intorno alle 11,10 Tim sale del 9% circa.

La cessione del controllo della rete per ridurre il debito è uno degli assi portanti della strategia dell'AD di Tim Pietro Labriola per rilanciare l'ex monopolista telefonico, ma la valutazione dell'asset e le divergenze sui valore fra Vivendi e i soggetti interessati si sono rivelate un ostacolo alle trattative.

Il fondo Usa Kkr, già socio di Tim in FiberCop, si era già fatto avanti a novembre del 2021 per acquistare l'intero capitale del gruppo telefonico, proposta poi respinta dal Cda di Tim, e lo scorso dicembre ha rinnovato il proprio interesse per la rete fissa.

Intanto il nuovo governo a guida Meloni, che intende assicurarsi il controllo dell'asset ritenuto di importanza strategica, ha già avviato dei colloqui con i principali azionisti di Tim, Vivendi e Cdp, che tuttavia ad oggi non hanno prodotto risultati.

Secondo una fonte, Kkr ha informato il governo, che ha poteri di golden power sull'infrastruttura telefonica, sulla nuova proposta.

"Il governo segue con attenzione l'offerta presentata dal fondo Kkr per l’acquisto di una partecipazione in una costituenda società che gestisca la rete fissa di Tim", ha detto stamani il ministero delle Imprese e Made in Italy, ribadendo la centralità della salvaguardia dei livelli occupazionali e la sicurezza dell'infrastruttura di rete strategica.

(Elvira Pollina, versione italiana Andrea Mandalà, editing Sabina Suzzi)