Italia markets close in 2 hours 49 minutes
  • FTSE MIB

    19.089,58
    +3,63 (+0,02%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,15
    +0,12 (+0,30%)
     
  • BTC-EUR

    10.849,05
    +1.519,64 (+16,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    258,94
    +14,05 (+5,74%)
     
  • Oro

    1.905,60
    -23,90 (-1,24%)
     
  • EUR/USD

    1,1827
    -0,0039 (-0,33%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.173,36
    -7,34 (-0,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,9026
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0722
    -0,0009 (-0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5563
    -0,0017 (-0,11%)
     

Verso il nuovo Dpcm, Speranza anticipa alcune novità

Primo Piano
·3 minuti per la lettura

Al termine della lunghissima riunione con il Comitato tecnico-scientifico, il ministro della Salute Roberto Speranza è intervenuto su Rai 3, durante la trasmissione di Fabio Fazio Che Tempo che fa, per anticipare alcune misure e cambiamenti che saranno adottati nei prossimi giorni e che saranno contenuti nel nuovo Dpcm (la cui firma potrebbe arrivare entro martedì). Ecco cosa ha dichiarato il ministro.

LEGGI ANCHE: Il Cts ha deciso, quarantena di 10 giorni e un tampone negativo per uscire

Stop alle feste private

Il governo ha proposto di vietare tutte le feste, anche private e nelle case, a partire dal giorno del varo del Dpcm. A dirlo è stato proprio Speranza in diretta tv. Per quanto riguarda i controlli, difficili nelle case private, secondo Speranza “quando c'è una norma va rispettata. Lavoreremo anche con le forze dell'ordine per verificare che la norma venga rispettata. Ma non sono i controlli che ci hanno permesso di piegare la curva nei giorni più difficili, ma i comportamenti delle persone”. La decisione finale sarà però presa nelle prossime ore, e in particolare durante l'incontro tra governo e Regioni, previsto per oggi.

GUARDA ANCHE - Cos’è un DPCM?

Limitazioni nei locali

Su questo punto, il governo dovrebbe imporre la chiusura di bar, locali e ristoranti entro le ore 24. Inoltre potrebbe vietare ai cittadini di sostare davanti agli stessi locali dalle 21 alle 6. Insomma, si potrà andare al bar o in un pub, ma non si potrà bere all’esterno del locale, se non seduti a un tavolino. E per quanto riguarda gli alcolici, le nuove norme dovrebbero imporre anche uno stop alla vendita già alle ore 22.

Test rapidi nelle scuole

Non c’è al momento alcuna ipotesi di provvedimenti restrittivi per le scuole: lo ha affermato, su Facebook, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. “A scuola ci sono regole, anche molto stringenti, che studenti, studentesse e personale stanno rispettando con grande senso di responsabilità». L’unica novità, e sarebbe comunque molto significativa, sarebbe “l’utilizzo dei test rapidi anche per le scuole, come sto chiedendo da tempo”.

VIDEO - Chi è Lucia Azzolina?

Cosa cambia per le mascherine

Resta l’obbligo di indossare le mascherine in tutta Italia, all’aperto e al chiuso (con poche eccezioni). Chi viola questa norma rischia una multa da 400 a 1000 euro.

LEGGI ANCHE - Mascherine, le offerte in corso

Come funzioneranno i trasporti

Il governo, su questo punto, potrebbe decidere da un lato di allentare le disposizioni sulla capienza dei treni ad alta velocità, andando oltre il limite di 50 per cento attualmente in vigore; dall’altro, di potenziare i controlli per far rispettare i limiti di capienza (all’80 per cento) su bus, metropolitane e treni regionali, per poter mantenere la distanza tra i passeggeri.

Smart working

La proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021 mantiene immutate le norme attualmente in vigore, ma il governo potrebbe chiedere alle aziende di aumentare (al 70%, secondo l’agenzia Ansa) la percentuale di smart working rispetto a quella attuale (50%) per limitare i contatti tra le persone negli uffici. In ufficio, in base al nuovo decreto, è comunque obbligatorio indossare la mascherina (con l’eccezione, prevista, per chi è in stanza da solo).

Calcetto e sport di contatto

Il governo sembrerebbe orientato a seguire il consiglio del Cts, cioè di vietare calcetto, basket e altri sport a livello amatoriale. Al momento, questa misura non dovrebbe riguardare il livello professionistico, né gli sport che possono essere compiuti in forma isolata (la corsa, ad esempio).

Le Regioni potranno varare norme più severe

Le nuove norme anti-Covid in arrivo sono "nazionali". Le Regioni avranno la possibilità di agire su norme più restrittive. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza.

VIDEO - Covid, cos’è il test salivare rapido?