Italia markets closed

Asia unica Regione dove si faranno guadagni nel 2020, ma non Samsung

Fabio Carbone

Dopo il forte sell-off di metà marzo sui mercati finanziari, in queste settimane si è assistito a una sorprendente ripresa dei titoli. I meno impreparati hanno saputo approfittarne alla Warren Buffett, altri hanno investito sul greggio in territorio negativo per vendere ora o tra qualche mese, dato il rally che il prezzo del petrolio ha fatto registrare a maggio.

Per quanti l’occasione è sfumata, potrebbe ancora esserci speranza in Asia. Secondo gli analisti di UBS Global Wealth Management è lì che bisogna investire tra quel che resta di questo anno e il 2021.

“Siamo pieni di azioni asiatiche a questo punto”, ha detto Adrian Zuecher di UBS partecipando a ‘Street Signs’, programma della Cnbc.

“Per noi credo che l’unica regione che restituirà guadagni positivi crescenti quest’anno e anche il prossimo anno” è l’Asia.

Egli guarda ad esempio all’indice MSCI Asia che in questi primi giorni di giugno è balzato del +6,07%.

In comparazione l’indice Dow Jones Industrial Averaga ha guadagnato il +3,49% in questi primi giorni di giugno e l’indice S&P 500 è progredito del +2,52%. Dall’inizio dell’anno, però, i due indici hanno perso rispettivamente il -7,95% e il -3,4%.

I mercati migliorano

Passato il momento critico i mercati in generale hanno già dato segnali di miglioramento ha detto l’analista di UBS, la quale crede che gli stimoli fiscali e di politica monetaria aiuteranno anche i mercati finanziari.

“Siamo in una fase di recupero dell’economia”, ha detto Zuecher di UBS.

Tuttavia non vanno dimenticate le tensioni geopolitiche in atto tra gli USA e la Cina in particolare, che potrebbero riservare brutte sorprese nel breve periodo e inficiare i risultati positivi dei mercati in questa fase di recupero.

Samsung seguirà il trend positivo dell’Asia?

In Corea del Sud Samsung vive un momento difficile a livello di governance. Secondo fonti di stampa i giudici sudcoreani hanno spiccato un mandato di arresto per l’erede del gruppo Samsung Jay Y. Lee, e due ex dirigenti della società quotata alla Borsa di Seoul.

La mossa giudiziaria è una conseguenza delle controverse indagini nate nel 2015 su una fusione aziendale e una presunta frode contabile. Ma c’è anche il sospetto di manipolazione del prezzo delle azioni tra le ipotesi di reato che dovrebbero condurlo agli arresti.

Questo non è il primo guaio giudiziario per Jay Lee, egli è coinvolto anche in un altro fatto giudiziario legato al suo tentativo di succedere al malato patriarca del gruppo Lee Kun-hee. In questo caso avrebbe tentato di corrompere l’ex presidente di Samsung Park Geun-hye.

Cnbc riporta che Samsung non ha risposto alle sue domande sull’argomento.

Il titolo Samsung Electronics Co. Ltd. (005930) è al momento in territorio positivo del +0,55% a 54.800 KRW di prezzo per azione.

Andamento delle Borse asiatiche

Brillano le Borse asiatiche, con l’indice Kospi tra i più brillanti a +2,87% e l’indice Nikkei a +1,29%.

Anche l’indice Hang Seng è in positivo del +1,37%, mentre l’indice SSE è appena positivo del +0,07%.

Taiwan chiude in positivo del +0,66% e Singapore del +0,26%. Brillante poi il risultato della Borsa di Bangkok a +2,72%.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: