Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.198,62
    -7,31 (-0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Borsa Milano frena dopo lungo rally, scivola Nexi, bene Saipem

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si prende una pausa di riflessione e interrompe il lungo rally di sette sedute consecutive di rialzi.

Il mercato rimane cauto in attesa di maggiori indicazioni sulle prossime mosse della Fed sul tema dei tassi, e cerca di consolidare gli ultimi guadagni dopo i segnali di distensione tra Usa e Cina dal G20 che perende il via oggi a Bali.

"Il trend sui mercati azionari rimane ancora rialzista ma si intravedono dei segnali di rallentamento", commenta un trader che sottolinea i deboli volumi di scambio.

Intorno alle 10,35 il FTSE Mib cede lo 0,2%. Volumi poco sopra 500 milioni di euro

Tra i titoli in evidenza:

Crolla, come atteso, Nexi (-10,8%) che si allinea al prezzo di 8,7 euro al quale Intesa Sanpaolo ha ceduto il proprio pacchetto del 5,1% del capitale.

Debole Intesa Sanpaolo, in calo dello 0,9% tra bancari generalmente fiacchi, tra cui spicca in controtendenza Pop Sondrio in rialzo di oltre il 6% in scia alla promozione di Jefferies a 'buy' da 'hold'. Bene anche Banco Bpm, che sale dell'1,4%.

Telecom Italia perde l'1,7% in un contesto di debolezza per il settore tlc europeo, dopo che Vodafone ha ridotto le proprie stime a causa del peggioramento del clima macroeconomico globale e dell'aumento dei costi energetici.

Sul fronte opposto Saipem sale del 2,5% sostenuta dalla notizia sull'aggiudicazione di nuovi contratti di perforazione offshore, tre in Medio Oriente e due in Africa Occidentale, per un valore complessivo di circa 800 milioni di dollari.

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)