Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.961,75
    -124,29 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    11.672,62
    +88,07 (+0,76%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0943
    +0,0077 (+0,71%)
     
  • BTC-EUR

    21.038,78
    -292,78 (-1,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    520,77
    +278,09 (+114,59%)
     
  • HANG SENG

    22.072,18
    +229,85 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.088,62
    +12,02 (+0,29%)
     

Borsa Milano, indici piatti, mancano spunti, realizzi su Saipem e Juve, giù Mps

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Seduta con gli indici piatti a Piazza Affari che anche oggi non mostra segnali di grandi movimenti o temi. Volumi sempre molto contenuti, tipici da periodo festivo.

Poco mosse anche le borse asiatiche con gli investitori che guardano alla direzione da prendere dopo che la Cina ha riaperto post Covid con i timori di un rallentamento economico.

I futures sugli indici Usa sono sostanzialmente invariati, facendo presagire un avvio piatto anche a Wall Street.

Intorno alle 12,10 il FTSE Mib è invariato. Volumi di poco sotto quota 400 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Ripiega SAIPEM in calo del 4,6%, vittima di realizzi dopo i recenti rialzi. Il titolo della oil service è cresciuto di circa il 70% grazie agli upgrade dei broker e alla visibilità sul portafoglio ordini dopo l'aumento di capitale della scorsa estate. Sul resto del comparto ENI si mantiene positiva con una salita dello 0,5%, mentre TENARIS è piatta.

In moderato rialzo le banche, con UNICREDIT a +0,65% e INTESA SANPAOLO piatta. Non si arresta la volatilità su MPS che cede il 2% circa, sempre sotto la soglia dei 2 euro dopo i recenti rialzi sopra questo livello, segno che i 2 euro rappresentano per la banca una soglia difficile da superare in maniera stabile.

Venduta anche la JUVENTUS in ribasso del 2,7% dopo il balzo analogo registrato ieri. Di recente l'interesse del mercato è tornato sulle azioni del club calcistico sulle indiscrezioni di un possibile delisting, soluzione - secondo un operatore - per uscire dalla situazione difficile legata alle indagini per presunti falsi in bilancio.

Al debutto su Euronext Growth Milan il titolo Eligo non ha aperto, in mancanza di scambi. Il prezzo di collocamento è stato fissato a 2,35 euro.

(Giancarlo Navach, editing Claudia Cristoferi)