Italia markets close in 2 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    23.052,18
    -31,37 (-0,14%)
     
  • Dow Jones

    31.391,52
    -143,99 (-0,46%)
     
  • Nasdaq

    13.358,79
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.559,10
    +150,93 (+0,51%)
     
  • Petrolio

    60,33
    +0,58 (+0,97%)
     
  • BTC-EUR

    42.632,06
    +1.810,30 (+4,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.028,60
    +40,50 (+4,10%)
     
  • Oro

    1.713,50
    -20,10 (-1,16%)
     
  • EUR/USD

    1,2058
    -0,0029 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.870,29
    -31,53 (-0,81%)
     
  • HANG SENG

    29.880,42
    +784,56 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.707,04
    -0,68 (-0,02%)
     
  • EUR/GBP

    0,8629
    -0,0028 (-0,32%)
     
  • EUR/CHF

    1,1060
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5241
    -0,0030 (-0,20%)
     

Borsa Milano in lieve rialzo, vendute UniCredit e Mps, bene Mediobanca, giù Autogrill

·2 minuto per la lettura
L'ingresso principale della Borsa di Milano

MILANO, 11 febbraio (Reuters) - Avvio di seduta in cauto rialzo a Piazza Affari in un quadro globale dei mercati comunque positivo che vede le borse asiatiche e i principali indici di Wall Street sui massimi storici sulle attese di nuove politiche di stimolo fiscali in grado di aiutare le economie a uscire dalla crisi indotta dalla pandemia.

A livello interno, oggi si terrà l'atteso voto sulla piattaforma Rousseau che il M5s spera apra la strada per il sostegno al governo di Mario Draghi. Il 'sì' del premier incaricato a un ministero della Transizione ecologica avrebbe contribuito a sbloccare il voto online dei pentastellati. E, concluso il secondo giro di consultazioni, Draghi dovrebbe salire nei prossimi giorni al Quirinale per sciogliere la riserva.

Stabile, sull'obbligazionario, lo spread del rendimento fra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi intorno ai 95 punti base.

Tra i titoli in evidenza:

Bancari cedenti, focus in particolare su Unicredit in flessione di oltre il 2% dopo i risultati del quarto trimestre ieri sera con una perdita, superiore alle attese, di 1,18 miliardi dovuta soprattutto a una svalutazione dell'avviamento della divisione Corporate & Investment Banking. Stamani c'è la call con gli analisti, ma senza Jean Pierre Mustier che da oggi lascia la carica di Ceo.

Sul resto dei bancari, MPS cede il 2,8% e prosegue il trend in calo dopo i risultati ieri. Oggi il broker Barclays ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 1,10 euro da 1 euro precedente.

Prosegue il denaro su Mediobanca (+1,3%) ben raccolta nelle ultime sedute dopo i risultati del secondo trimestre 2020-21 migliori delle attese. E diversi broker hanno rivisto i target price al rialzo. Oggi si è aggiunto anche Hsbc con un prezzo obiettivo a 10 euro da 9,2 euro precedente.

Torna il denaro su Stm (+1,6%) che rimbalza dal calo di ieri.

Fuori dal paniere principale prosegue il buon momento di Fincantieri che, dopo il balzo del 10% di ieri, oggi avanza del 5%. I trader citano sempre le attese per una ripresa del settore delle crociere con il ritorno alla nornmalità e le possibilità che verranno dal recovery fund. Kepler Cheuvrex ha alzato il prezzo obiettivo a 0,62 euro da 0,49.

Infine, giù Autogrill in flessione dell'1,1% in attesa del dato sui ricavi 2020 a mercati aperti. Il broker Bestinver stima un calo del 60% nell'anno terribile del lockdown per il covid. "Ricavi sotto le attese nel periodo settembre-dicembre scorso e la mancanza di segnali di ripresa del traffico aereo potrebbero portare a una revisione al ribasso delle stime di consensus per il 2021", scrive nel daily.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)