Italia Markets closed

Borse Europa a massimi storici su calo tensioni commerciali

Il Commissario europeo del Commercio Phil Hogan a Bruxelles

(Reuters) - Le borse europee hanno toccato un massimo storico dopo che il commissario europeo per il Commercio Phil Hogan ha parlato positivamente delle trattative con Washington, placando alcuni timori su una possibile escalation delle tensioni commerciali tra gli alleati transatlantici.

L'indice paneuropeo STOXX 600 ha guadagnato fino allo 0,8% ai massimi storici di 423,80, in rotta verso la miglior chiusura settimanale da fine dicembre.

Hogan ha detto ieri di aver avuto un buono scambio di opinioni a Washington con il rappresentante del Commercio statunitense Robert Lighthizer, mettendo in evidenza il desiderio di Bruxelles di negoziare soluzioni per le diverse questioni commerciali aperte tra gli Stati Uniti e la Ue.

L'incontro è un passo avanti per affrontare questioni di lunga data come la tassa digitale francese e i sussidi nel settore aeronautico.

Ciò si aggiunge all'ottimismo degli investitori per la firma dell'accordo preliminare tra Stati Uniti e Cina avvenuta mercoledì.

Secondo Connor Campbell, analista di Spreadex, i segnali di ripresa nell'economia cinese, dopo un Pil in linea con le aspettative e forti dati sulla produzione industriale, contribuiscono inoltre ad alimentare l'appetito per il rischio, con la domanda della Cina vista in ripresa nel 2020.

Il settore minerario, sensibile ai dazi, si afferma come il migliore della seduta, con BHP Group , il maggior gruppo minerario al mondo e importante fornitore della Cina, in rialzo del 2,0%.

L'indice tedesco avanza dello 0,7%, in particolar modo grazie al traino del settore tech. La Germania, fortemente dipendente dalle esportazioni, è particolarmente avvantaggiata dal calo delle tensioni commerciali.

Il produttore farmaceutico Bayer AG guadagna lo 0,9% dopo che un mediatore ha riferito a Bloomberg che l'azienda è vicina a trovare un accordo su oltre 75.000 ricorsi legati all'erbicida Roundup.

Il settore auto, recentemente penalizzato dalla debole domanda globale, avanza dello 0,6%, con il produttore finlandese di pneumatici Nokian Tyres a guidare i guadagni.

Il produttore polacco di videogame CD Projekt lascia sul terreno quasi il 10,4% dopo aver rinviato la data d'uscita dell'attesissimo gioco Cyberpunk 2077.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia