Italia markets open in 1 hour 14 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0875
    +0,0009 (+0,09%)
     
  • BTC-EUR

    21.257,94
    +83,86 (+0,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    22.030,70
    +188,37 (+0,86%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Borse Europa in rialzo su riapertura Cina, ottimismo per aumento tassi

Panoramica della Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee guadagnano terreno, estendendo l'inizio positivo dell'anno alla seconda settimana, grazie alla riapertura delle frontiere da parte della Cina e ai dati statunitensi ed europei che hanno placato i nervi rispetto all'aggressivo irrigidimento delle politiche monetarie delle principali banche centrali globali.

Lo STOXX 600 paneuropeo guadagna lo 0,5% intorno alle 10,45 italiane.

Nella scorsa seduta l'indice ha registrato la migliore performance settimanale da oltre nove mesi, dopo che una serie di dati positivi - tra cui una forte attività industriale nella zona euro e un calo dell'inflazione complessiva nella regione - hanno indicato una recessione più lieve del previsto e un allentamento delle pressioni sui prezzi.

Questi dati, insieme ai rapporti sul mercato del lavoro statunitense, hanno placato i timori che la Federal Reserve e la Banca Centrale Europea continuino con l'aggressivo inasprimento della politica monetaria.

Il settore tech, sensibile ai tassi, scambiano in rialzo dell'1%.

La produzione industriale della Germania, la prima economia europea, è aumentata leggermente più del previsto a novembre, stimolando l'ottimismo e spingendo il DAX in rialzo dello 0,2%.

In Cina ieri i viaggiatori sono affluiti per via aerea, terrestre e marittima, dopo che Pechino ha aperto le frontiere che erano rimaste praticamente chiuse dall'inizio della pandemia di Covid-19.

Il settore minerario balza l'1,7% grazie all'aumento dei prezzi dei metalli di base, sulle speranze di una ripresa della domanda in Cina - primo consumatore a livello mondiale - mentre il settore energetico guadagna l'1,2% sulla scia dei prezzi del greggio.

ASTRAZENECA scivola dello 0,9% dopo aver raggiunto un accordo per l'acquisto dell'azienda biofarmaceutica statunitense CinCor Pharma Inc per un valore massimo di 1,8 miliardi di dollari, per rafforzare il proprio catalogo di farmaci per il cuore e i reni e per crescere al di là delle attività principali nel campo dei tumori.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)