Italia markets close in 4 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    24.413,00
    -27,88 (-0,11%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,21
    +1,97 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    15.913,07
    +173,41 (+1,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    390,29
    +10,00 (+2,63%)
     
  • Oro

    1.767,70
    +12,40 (+0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,0379
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.942,20
    +6,69 (+0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8635
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    0,9848
    +0,0035 (+0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,3946
    -0,0003 (-0,02%)
     

Borse Europa sotto tono, si avviano a sesta settimana consecutiva di guadagni

Panoramica della borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee sono sotto tono, con i titoli dei retailer sotto pressione per i timori di una stagione dello shopping natalizio difficile a causa dell'inflazione elevata e del rallentamento della crescita economica globale.

Intorno alle 12,30 lo STOXX 600 è in rialzo dello 0,14%, mantenendosi vicino ai massimi di tre mesi toccati questa settimana. I mercati statunitensi sono rimasti chiusi ieri per la Festa del Ringraziamento, mentre oggi avranno un orario ridotto.

L'indice europeo dei retailer è in ribasso dello 0,51% nel giorno del Black Friday, che dà il via alla stagione dello shopping, sullo sfondo dell'aggravarsi della crisi del carovita e del fattore di distrazione dei Mondiali di calcio. L'indice è tra i settori che hanno registrato le peggiori performance in Europa, con un calo del 32% da inizio anno.

Tuttavia, il benchmark STOXX 600 si avvia verso la sesta settimana consecutiva di guadagni, sostenuto dai segnali di una possibile moderazione del ritmo dei rialzi dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve statunitense e da una stagione degli utili migliore del previsto.

Tra i singoli titoli, Credit Suisse scivola dell'1,46%, ai minimi storici, sulla scia dei piani di aumento di capitale e dei risultati deboli pubblicati questa settimana.

Ovh Cloud guadagna l'1,64% dopo che la Banca europea degli investimenti ha concesso al gruppo francese del software un prestito di 200 milioni di euro per sostenerne l'espansione in Europa.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Sabina Suzzi)