Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.403,05
    +34,58 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    14.581,60
    +74,70 (+0,51%)
     
  • Nikkei 225

    27.467,23
    -790,02 (-2,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1351
    +0,0021 (+0,18%)
     
  • BTC-EUR

    37.180,43
    +297,64 (+0,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.001,39
    +6,65 (+0,67%)
     
  • HANG SENG

    24.127,85
    +15,07 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.591,82
    +14,71 (+0,32%)
     

Cina-Usa, funzionari statunitensi boicotterano Olimpiadi di Pechino per "atrocità" contro diritti

·2 minuto per la lettura
L'emblema di Pechino 2022 su un pannello con il conto alla rovescia per i Giochi olimpici invernali di Pechino 2022

WASHINGTON/PECHINO (Reuters) - Alcuni funzionari del governo degli Stati Uniti boicotteranno le Olimpiadi invernali del 2022 a Pechino a causa delle "atrocità" contro i diritti umani perpetrate dalla Cina, ha detto ieri la Casa Bianca, poche settimane dopo i colloqui volti ad allentare le relazioni tese tra le due superpotenze.

Il boicottaggio diplomatico, che consentirà comunque agli atleti di recarsi a Pechino per gareggiare, è stato incoraggiato per mesi da alcuni membri del Congresso e da gruppi di difesa dei diritti umani.

Pechino ha minacciato non meglio specificate "decise contromisure" contro qualsiasi mossa del genere prima dell'annuncio di ieri, che sicuramente renderà ancora più tese le relazioni - già al punto più basso degli ultimi decenni.

L'amministrazione del presidente Joe Biden ha sottolineato quello che Washington definisce un genocidio contro la minoranza musulmana nella regione occidentale cinese dello Xinjiang, mentre la Cina ha negato ogni violazione dei diritti.

"La rappresentanza diplomatica o ufficiale degli Stati Uniti affronterebbe questi giochi come se fossero un evento ordinario nonostante le gravi violazioni dei diritti umani e le atrocità della Repubblica Popolare Cinese nello Xinjiang, e noi questo non possiamo farlo", ha detto l'addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki in un briefing quotidiano.

"Gli atleti del Team Usa hanno il nostro pieno sostegno", ha aggiunto Psaki. "Faremo il tifo per loro al 100% da casa".

La decisione è arrivata malgrado gli sforzi per consolidare i legami con un meeting video il mese scorso tra Biden e il leader cinese Xi Jinping.

L'ambasciata cinese a Washington ha definito il boicottaggio una "manipolazione politica" che non avrà alcun impatto sui giochi dal momento che non è stato rivolto nessun invito ai politici statunitensi.

Il presidente russo Vladimir Putin è l'unico leader di un grande Paese che ha accettato di partecipare all'evento.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli