Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.178,46
    +1.411,28 (+3,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

EUR/USD in Fase di Ritracciamento: Attenzione all’Indice del Dollaro USA a 91,30

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD, dopo un rally molto solido e francamente inatteso, ha iniziato ieri a rallentare. Evidentemente, il superamento della soglia di 1,20 inizia a pesare e ben presto questo valore chiave potrebbe diventare una prima linea di supporto.

Sia lo scenario rialzista che quello ribassista contemplano come baricentro un valore chiave a 1,2035 circa, che indicherà probabilmente i movimenti del cambio EUR/USD nelle prossime ore.

Intanto, alle ore 9:40 di oggi, il cambio EUR/USD si trova a 1,2005, mentre invece l’indice del dollaro statunitense si è rafforzato e viaggia verso i 91,30 punti, ovvero il valore di resistenza più immediato.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Il valore critico di 1,2035 sopra citato permetterà dunque di conoscere l’andamento del cambio EUR/USD con una maggiore sicurezza.

Nello specifico, un calo netto sotto questo valore (come sta accadendo in questo momento) indicherebbe la ripresa di una tendenza ribassista in grado di spingere il prezzo anche fino al secondo supporto di 1,1975. Successivamente, il gap tecnico permetterebbe al Fiber di spingersi anche fino al livello di 1,1940, ad esempio in caso di un rafforzamento del dollaro USA.

Di contro, invece, una mossa sopra il livello di 1,2035 potrà far riprendere il rally del cambio EUR/USD per riportarlo verso la resistenza ambiziosa a quota 1,21.

Visto il prezzo attuale, in calo del -0,3%, è possibile ipotizzare un proseguimento del ritracciamento nella giornata di oggi, ma per prima cosa occorrerà attendere l’effettiva rottura della soglia di supporto a 1,20.

Un rialzo dell’indice del dollaro USA sopra il valore attuale di 91,30 comporterebbe la rottura della prima soglia di resistenza e potrebbe spingere ancora più in alto il biglietto verde.

Da monitorare inoltre, come sempre, le notizie sui piani di vaccinazione e sulle misure dei Governi europei per superare la pandemia.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: