Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.813,22
    +551,32 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    11.459,83
    +105,21 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0678
    +0,0116 (+1,10%)
     
  • BTC-EUR

    28.224,92
    -56,59 (-0,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    676,57
    +1,69 (+0,25%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.954,95
    +53,59 (+1,37%)
     

Euro Dollaro in Crollo Verso 1,06: Ucraina e Cina Pesano sulla Moneta Unica

Il cambio euro dollaro ha proseguito nella sua fase di estrema debolezza, con un calo costante nell’ultima settimana che ha adesso portato il Fiber verso un livello particolarmente critico, superando i minimi degli ultimi due anni.

Cosa pesa sul cambio EUR/USD

L’impatto della guerra in Ucraina, affiancato dalle evidenti conseguenti per l’economia dell’Eurozona e alla solidità del dollaro USA, hanno portato la moneta unica a perdere la fiducia dei mercati internazionali in questi ultimi due mesi.

A pesare ulteriormente, negli ultimi giorni, è la notizia di un possibile nuovo lockdown in Cina, a causa di un inatteso colpo di coda del virus Covid-19 che pareva ormai sotto controllo. Il timore degli operatori di mercato è adesso quello di vedere rimandata la preziose fase di ripartenza post-pandemia dell’economia cinese e globale.

Al momento della scrittura, il cambio euro dollaro viene scambiato a quota 1,062, mentre l’indice del dollaro statunitense segna 102,5 punti.

Previsioni sul cambio euro dollaro

Martedì, il cambio euro dollaro è stato in grado di difendere, inizialmente, il livello tecnico di 1,07, prima di scivolare fin sotto il supporto intermedio di 1,0640 e poi sotto 1,06. Così facendo, sono stati superati persino i minimi pandemici degli ultimi due anni e il cambio euro dollaro pare poter continuare la sua corsa al ribasso. Non va però esclusa la possibilità di un rimbalzo causato proprio dal livello tecnico attuale.

Iniziando intanto con lo scenario ribassista, in caso di rottura del supporto attuale a 1,06, peraltro già testato in queste ore, il cambio euro dollaro finirebbe probabilmente per contrarsi anche fino ai supporti successivi di 1,0550 e 1,05.

Per il momento, considerando la forte pressione ribassista causata dal dollaro USA, non appare agevole individuare livelli successivi a quelli appena citati. In caso di calo sotto 1,05 occorrerà dunque aggiornare l’analisi odierna con nuovi scenari pesantemente bearish.

Al rialzo, invece, si fa sempre più arduo un recupero del target principale di 1,10, che potrebbe aprire un tentativo di inversione di tendenza. Tuttavia, come sopra accennato, il livello attuale potrebbe incentivare un’ondata di acquisti da parte degli operatori di mercato, per tentare poi realizzi di breve termine.

In questo scenario, non sarebbe dunque da escludere un rapido tentativo di recupero almeno fino al livello di 1,07 e, sempre nel breve termine, fino a 1,0850 o 1,09. Ipotizzare una ripresa più ampia, limitando l’analisi all’orizzonte settimanale, apparirebbe incauto in un contesto di forte debolezza dell’Eurozona.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli