Italia markets close in 2 hours 20 minutes
  • FTSE MIB

    23.972,72
    -115,93 (-0,48%)
     
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    61,23
    -1,44 (-2,30%)
     
  • BTC-EUR

    46.217,56
    -692,20 (-1,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.276,20
    +41,79 (+3,39%)
     
  • Oro

    1.785,90
    +7,50 (+0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,2015
    -0,0026 (-0,22%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.955,50
    +15,04 (+0,38%)
     
  • EUR/GBP

    0,8638
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1026
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5166
    -0,0004 (-0,03%)
     

Fa il tampone al posto della madre positiva: denunciate

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Pensava che i soli 15 anni di differenza e la somiglianza con la madre bastassero per farla franca, ma il sospetto di una volante fuori dalla struttura dei tamponi di Trieste ha fatto saltare il piano perfetto. Così una 21enne e la madre sono state denunciate e dovranno rispondere di sostituzione di persona in concorso.

Le due donne, giunte all'ex Ospedale Psichiatrico Provinciale nel rione di San Giovanni, dove vengono effettuati i test per il Coronavirus, in macchina si erano scambiate i documenti per far sottoporre al test la giovane al posto della madre, risultata già positiva al Covid-19. L'obiettivo era quello di ottenere la negatività, col sotterfugio, e permettere alla madre di tornare libera.

VIDEO - Covid, com’è un laboratorio per i test?

Ma sorprendere le due sono stati i poliziotti in borghese della Squadra Mobile, insospettiti per lo scambio di documenti appena fuori. Quando hanno visto una delle due entrare nella struttura, si sono qualificati identificando madre e figlia, colombiane e residenti a Trieste. Hanno fatto anche una verifica presso il personale sanitario, finalizzata ad accertare chi avesse appuntamento per sottoporsi al test e hanno accertato che la figlia si era sostituita alla madre.

La 21enne è stata multata per aver violato le restrizioni vigenti ed essere uscita di casa senza giustificato motivo, mentre alla madre è stata anche contestata la contravvenzione prevista dal testo unico delle leggi sanitarie per non aver osservato le disposizioni impartite per impedire la diffusione del contagio.