Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.261,02
    -427,78 (-2,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Fed "fortemente impegnata" a ridurre inflazione "rapidamente" - Powell

Il presidente della Fed Jerome Powell fotografato durante una conferennza stampa a Washington

(Reuters) - La Federal Reserve è "fortemente impegnata" a ridurre l'inflazione, che ha raggiunto i massimi da 40 anni, e i banchieri centrali stanno agendo "rapidamente per farlo", ha detto il presidente della banca centrale statunitense Jerome Powell.

"È essenziale ridurre l'inflazione se vogliamo avere un periodo prolungato di condizioni del mercato del lavoro forti a beneficio di tutti", ha dichiarato Powell in un discorso preparato in occasione dell'audizione davanti alla Commissione dei servizi bancari del Senato degli Stati Uniti.

"Il nostro obiettivo è quello di portare l'inflazione al 2% mentre il mercato del lavoro rimane forte... Quello che diventa sempre più chiaro è che molti fattori che non controlliamo giocheranno un ruolo molto significativo nel determinare se questo sarà possibile o meno", ha detto Powell la scorsa settimana, citando la guerra in Ucraina e i timori per l'approvvigionamento globale.

"Esiste un percorso per arrivarci... Non sta diventando più facile. Sta diventando più impegnativa".

Nella dichiarazione per la commissione del Senato, Powell ha ribadito che gli aumenti in corso del tasso di riferimento della Fed sono appropriati, ma "il ritmo di tali cambiamenti continuerà a dipendere dai dati in arrivo e dall'evoluzione delle prospettive dell'economia".

"L'inflazione ha ovviamente sorpreso al rialzo nell'ultimo anno, e altre sorprese potrebbero essere in serbo", ha detto Powell, aggiungendo che i banchieri centrali dovranno essere "agili" nel rispondere ai dati in arrivo e all'evoluzione delle prospettive.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli