Italia markets close in 5 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    24.417,65
    -23,23 (-0,10%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,20
    +1,96 (+2,54%)
     
  • BTC-EUR

    15.904,24
    +188,12 (+1,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    389,96
    +9,67 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.769,90
    +14,60 (+0,83%)
     
  • EUR/USD

    1,0386
    +0,0042 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.946,23
    +10,72 (+0,27%)
     
  • EUR/GBP

    0,8644
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CHF

    0,9851
    +0,0038 (+0,39%)
     
  • EUR/CAD

    1,3969
    +0,0020 (+0,14%)
     

Francia, Germania e Italia annunciano piani finanziamento programma europeo lanciatori spaziali

Un modello del razzo spaziale europeo di nuova generazione Ariane 6 è raffigurato presso la DLR di Lampoldshausen

PARIGI (Reuters) - I governi di Francia, Germania e Italia hanno annunciato i piani e i dettagli di finanziamento del programma europeo di sfruttamento dei lanciatori spaziali, con l'Europa che tenta di stare al passo di Stati Uniti e Cina nel settore.

Francia, Germania e Italia hanno comunicato che i finanziamenti pubblici saranno stanziati attraverso contratti che l'Agenzia Spaziale Europea (Esa) commissionerà al fornitore di servizi di lancio, ai responsabili dei sistemi di lancio e a ciascun principale ente industriale.

L'europea Arianespace prevede di lanciare il primo razzo Ariane 6 entro la fine del quarto trimestre del 2023, ma servirà attendere fino al 2026 per raggiungere il ritmo di nove-undici lanci all'anno, secondo quanto ha affermato la scorsa settimana l'amministratore delegato dell'azienda.

Arianespace, rivale di SpaceX di Elon Musk e controllata in maggioranza da una joint venture tra Airbus e Safran, si è assicurata 29 lanci per il programma Ariane 6, a lungo ritardato, 18 dei quali per un progetto di Amazon.com relativo alla trasmissione di Internet a banda larga.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Claudia Cristoferi)