Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.378,34
    +297,02 (+0,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Funerali, per pagarlo gli italiani hanno chiesto 3 milioni di prestiti

La spesa media per una cerimonia funebre è di 3.180 euro
La spesa media per una cerimonia funebre è di 3.180 euro

di Fabrizio Arnhold

Non si smette mai di spendere soldi, neanche da morti. E se non ci sono, si chiede un prestito. Sono 3,2 milioni gli italiani che per sostenere i costi di un funerale hanno dovuto chiedere un prestito. Secondo l’indagine di Facile.it, la spesa media per una cerimonia funebre è di 3.180 euro.

Il costo dell’ultimo viaggio

Quasi l’8 per cento degli intervistati ha dichiarato di aver speso oltre 6mila euro, a fronte di una spesa media di 3.180 euro. Il valore cambia a secondo dall’area geografica. Al Nord Ovest il funerale costa di più (3.422 euro in media), e 3.298 euro al Nord Est, mentre la cifra per il viaggio verso il camposanto è più contenuta nelle regioni del Centro Italia (3.066 euro) e al Sud, dove bastano 3.026 euro.

I risparmi personali

Al Centro Italia nel 72% dei casi il rito funebre è stato pagato con risparmi personali, mentre al Nord Ovest, nel 46,3% dei casi le spese per il funerale sono state pagate con i soldi lasciati dal defunto. Nel Meridione, invece, il 16,1% ha chiesto i soldi in prestito, nel 9,6% dei casi a una società di credito, nell’8,2% ad amici e parenti.

Le donne e i giovani

Leggendo i dati del sondaggio, realizzato da mUp Research, in collaborazione con Norstat, a livello nazionale emerge che a chiedere un prestito ad una società di credito sono soprattutto donne (8,5% contro il 6,5% del campione maschile), e soprattutto giovani, tra i 18 e i 24 anni.

E in futuro?

Se si dovessero affrontare oggi i costi legati ad una cerimonia funebre? Quasi 1 rispondente su 3, ossia il 29,3% del campione, pari a 7,6 milioni di italiani, ha risposto che potrebbe chiedere un prestito per saldare il conto del funerale. Praticamente il doppio rispetto a chi, negli anni passati, ha già dovuto affrontare questo tipo di spesa.

Leggi anche:

Perché i cambiamenti climatici influenzeranno tutti i tuoi investimenti

Cannabis, a rischio mille negozi: illegale anche quella light. Cosa dice la legge?

Amazon vuole tagliare i piccoli venditori. Ma è davvero così?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli