Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.517,07
    -168,31 (-0,61%)
     
  • Nasdaq

    11.417,08
    +58,15 (+0,51%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1815
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    11.539,67
    +440,32 (+3,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,31
    +9,02 (+3,45%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.395,26
    -5,71 (-0,17%)
     

Iren auspica ripresa trattative con nuova giunta Valle d'Aosta per jv con Cva

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - L'AD di Iren, Massimiliano Bianco, punta a riprendere i colloqui con il nuovo governo della Regione Valle d'Aosta - quando sarà formato a seguito delle elezioni del 20 e 21 settembre scorso -, per realizzare la joint venture con Cva (Compagnia valdostana delle Acque) sugli asset idroelettrici.

"Dopo le elezioni ci sarà un governo regionale, che a oggi non è stato ancora formato e quello sarà l'interlocutore con il quale potremo avviare un dialogo che non sarà di breve termine", ha sottolinea il manager al termine della presentazione del piano industriale 2020-2025 agli analisti.

Poi ha aggiunto: "Auspico che possa partire nei prossimi mesi e che possa diventare un progetto comune con l'obiettivo di realizzare una combinazione industriale".

A giugno 2019 Iren presentò una manifestazione di interesse alla Regione Valle d'Aosta per realizzare una società in cui fare confluire tutti gli asset rinnovabili della stessa Iren e di Cva. La proposta prevedeva di realizzare una società unica, con quote paritetiche (50% Iren-50% regione Valle d'Aosta). Si creerebbe una società con 1,55 gigawatt di capacità idroelettrica installata e oltre 1,7 gigawatt complessivi.

Iren punta a inserire questa operazione all'interno di una strategia di M&A che va oltre i tradizionali territori di riferimento, ovvero le regioni Liguria, Piemonte ed Emilia Romagna. "Cva è un grande operatore dell'idro che, combinato con la nostra presenza, potrebbe consentire un progetto industriale a sé stante e che si innesti nella nostra strategia complessiva", ha spiegato Bianco.

(Giancarlo Navach, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)