Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.195,68
    -25,61 (-0,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Italia, vendite al dettaglio settembre +0,5% su mese - Istat

Bandiera italiana a Palazzo Chigi, a Roma

ROMA (Reuters) - A settembre, rispetto al mese precedente, le vendite al dettaglio in Italia sono cresciute marginalmente.

Secondo i dati diffusi oggi da Istat, nel mese in esame l'indice complessivo in valore delle vendite ha registrato un incremento dello 0,5% su mese dopo il -0,3% (rivisto da -0,4%) di agosto.

A perimetro annuo, le vendite sono salite del 4,1% in valore dal +4,4% (rivisto da 4,3%) del mese precedente mentre sono scese del 2,7% in volume.

Il terzo trimestre del 2022 si chiude con una crescita congiunturale delle vendite in valore, a cui si contrappone un calo di quelle in volume, osserva Istat nella nota che accompagna i dati.

"Su base tendenziale, nei primi nove mesi dell’anno si registra un aumento delle vendite dei beni non alimentari sia in valore sia in volume, mentre per il comparto alimentare cresce il valore delle vendite ma sono in diminuzione i volumi", osserva l'Istituto.

Nel complesso del terzo trimestre 2022, in termini congiunturali le vendite al dettaglio crescono in valore (+1,2%) e calano in volume (-0,5%). Le vendite dei beni alimentari sono in aumento in valore (+2,1%) e diminuiscono in volume (-0,9%), così come le vendite dei beni non alimentari (rispettivamente +0,6% in valore e -0,3% in volume).

I dati non sono aggiustati sulla base dell'inflazione. L'indice Nic di settembre si è attestato a +8,9% su anno.

(Valentina Consiglio, Stefano Bernabei, editing Francesca Piscioneri)