Italia markets close in 3 hours 48 minutes
  • FTSE MIB

    24.074,16
    -378,77 (-1,55%)
     
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • Petrolio

    64,62
    -1,46 (-2,21%)
     
  • BTC-EUR

    41.112,25
    -5.856,27 (-12,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.337,21
    -226,62 (-14,49%)
     
  • Oro

    1.815,70
    -7,10 (-0,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2090
    +0,0015 (+0,12%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.947,43
    +1,37 (+0,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8608
    +0,0022 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,0959
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4662
    +0,0020 (+0,14%)
     

La Stima del PIL Tedesco non Aiuta il Cambio Euro Dollaro

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Quello annuale, invece, si riduce del 3,3%. Le aspettative non potevano essere diverse, per via delle restrizioni messe in atto nella prima parte dell’anno. Infatti nella giornata di oggi il fiber scambia in rosso, con un ribasso dello 0,20% circa.

Le previsioni per il secondo trimestre sono molto più positive. La motivazione sta nelle graduali riaperture delle attività produttive e nel proseguimento della campagna vaccinale. Nonostante ciò gli operatori economici guardano con scetticismo le stime di crescita per il futuro. Gli stessi vedono la possibilità di una continuazione della recessione. Solo il tempo c’è lo può dire.

Calendario economico Cambio Euro Dollaro

Per una maggiore comprensione del movimento del cambio euro dollaro, si descrivono i dati sul PIL europeo, visto che quelli tedeschi già sono stati elencati. Questa mattina l’Eurostat ha registrato su base annuale un calo del PIL dell’1,8%. La previsione risultava peggiore al -2%.

Su base trimestrale il calo è stato dello 0,6% contro lo 0,8% delle aspettative. Cala leggermente il tasso di disoccupazione per il mese di marzo in Europa, attestato all’8,1%. Le previsioni riportavano un valore dell’8,3%.

Negli USA l’indice dei principali prezzi di spesa per consumi su base annuale registra una variazione positiva dell’1,8%. Il dato rispetta pienamente le aspettative sullo stesso.

Il Bureau of Economic Analysis riporta una variazione positiva del reddito personale su base mensile del 21,1%. Gli operatori economici si aspettavano una percentuale del 20,3%. In serata il CFTC pubblicherà la notizia riguardante le posizioni speculative sull’euro. Il dato precedente riporta un valore di 80.800 unità.

Oggi scambia al ribasso il Cambio Euro Dollaro

La candela settimanale che si sta chiudendo sul cambio euro dollaro vede la spinta feroce dei venditori. I dati europei non hanno convinto i trader, spingendo le vendite a livelli molto elevati.

Ciò non va a ledere la visione rialzista del cross. La correzione che ha spinto il cambio verso 1.16706 è finita. L’euro sta riacquisendo la forza iniziata a marzo dell’anno scorso.

Il massimo registrato questa settimana ammonta a 1.2150. Questo massimo si avvicina a quello registrato nella settimana del 15 febbraio. La settimana scorsa il cambio si è appoggiata alla media a 21 periodi.

Questo ribasso settimanale non risulta accompagnata da elevati volumi. Dalla loro analisi, le tre settimane precedenti a questa presentano volumi maggiori. Ciò porta a dire che questo movimento ribassista non abbia forza e che sia solo un fenomeno passeggero.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: