Italia Markets closed

L’Ape volontario, ecco cosa fare per andare in pensione prima

Inps (Yahoo Finanza)

L’Ape volontario al via. Il prestito-ponte per smettere di lavorare in anticipo può essere richiesto da chi ha più di 20 anni di contributi, 63 anni d’età e non oltre 3 anni e sette mesi di distanza dalla pensione di vecchiaia. Si tratta di un prestito bancario, da ripagare in 20 anni, che permette di ritirarsi prima del previsto dal mondo del lavoro.

Il tasso di interesse

L’Ape ha un tasso annuo nominale (Tan) lordo che è agevolato rispetto a quelli sul mercato. E’ uguale per tutto il sistema bancario ed è di 2,838 per cento annuo lordo in fase di erogazione e del 2,938 per cento sul periodo di ammortamento.

I costi extra

Al tasso agevolato, però, vanno aggiunti i costi extra. C’è da pagare anche il premio della polizza obbligatoria da abbinare al finanziamento per proteggere i propri eredi dal rischio di morte. Occorre poi sommare anche una commissione di accesso al fondo di garanzia pari all’1,6 per cento del capitale assicurato. A conti fatti, il tasso annuo effettivo globale lordo (Taeg) raggiunge un valore compreso tra il 5,89 e il 6,23 per cento, a secondo che venga richiesto un anticipo di 43 o 12 mesi prima della pensione, per un costo netto del credito fiscale compreso tra il 3,31 e il 3,43 per cento.

Lo sconto del Fisco

L’Ape prevede una detrazione fiscale fino al 50 per cento della quota interessi e della copertura assicurativa. Per una prepensione Ape di 850 euro, su una pensione di vecchiaia futura di 1.200 euro lordi, la rata sarà di 121 euro per 20 anni.

Le richieste

La platea interessata dall’Ape, secondo l’Inps, nei prossimi due anni arriverà a toccare quasi il mezzo milione di persone: nel 2018 sono 300mila e altre 115mila persone potrebbero rientrare l’anno prossimo. L’Ape volontario interessa i lavoratori dipendenti pubblici e privati, gli autonomi e gli iscritti alla Gestione Separata.

Come fare

La domanda va presentata all’Inps attraverso il servizio online dell’Istituto di Previdenza. Sul sito è disponibile anche uno strumento che consente di simulare la rata del prestito, facendo così tutti i calcoli del caso. Nella domanda bisognerà indicare anche l’impresa a cui chiedere la copertura assicurativa. Si potrà estinguere anticipatamente il finanziamento con un indennizzo pari all’1 per cento.